• Mangimi per polli e suini da scarti alimentari: il progetto di ricerca europeo

    Print

    L'obiettivo è produrre alimenti sani in modo economico ed ecologico

    427x640 istock 000005866133xsmall

    I produttori europei di mangimi per polli e suini potrebbero ritrovarsi a portata di mano, entro non molto tempo, un metodo di produzione di alimenti per animali finalizzato a dar vita a mangimi equilibrati e sani dal punto di vista nutrizionale e convenienti dal punto di vista economico e ambientale: a spiegarlo è Montse Jorba, coordinatore scientifico di NOSHAN - azienda che si occupa di scovare i processi e le tecnologie necessari per utilizzare prodotti alimentari di scarto (soprattutto di frutta, verdura e prodotti lattiero-caseari) per la produzione di mangimi a basso costo e a basso impatto ambientale - che ha base nel centro spagnolo per la ricerca e l'innovazione LEITAT Technological Center - membro del progetto di ricerca europeo - destinatario di fondi per 3 milioni di euro - il cui obiettivo è proprio quello di raggiungere la sostenibilità massima nella produzione dei mangimi mediante la massima valorizzazione dei rifiuti di partenza.

     

    Il progetto europeo che mira a trasformare i residui di frutta, verdura e prodotti lattiero-caseari in mangimi sani e, allo stesso tempo, economici ed ecologici, ovvero mantenendo i consumi energetici e idrici al minimo, è nato nell'agosto del 2012: "Frutta e verdura - spiega Jorba - hanno il più alto tasso di spreco. Questo significa un grande sperpero di risorse tra cui acqua, terra, energia, lavoro e capitale".

     

     

    Gli attori coinvolti nel progetto europeo sono centri di ricerca, università e aziende provenienti da sei paesi dell'Unione europea e dalla Turchia: per mettere a punto uno o più sistemi di produzione di mangimi dai rifiuti alimentari avranno tempo fino al 2016, anno in cui il progetto si concluderà.

    m.c. 03-11-2014 Tag: mangimiagricoltura sostenibileproduzione responsabile
Articoli correlati