• Avicoltura, eliminare i parassiti allunga la vita delle galline

    Print
    Galline

    Esiste un'associazione tra le infezioni causate dai parassiti e la mortalità delle galline. Pertanto, eliminare i primi potrebbe permettere alle secondo di vivere più a lungo. A scoprirlo è stata la ricercatrice Lena Karina Hinrichsen, durante lo studio con cui ha concluso il dottorato presso l'Università di Aarhus (Danimarca).

    Nel corso della ricerca, la studiosa ha analizzato le condizioni di 214 galline, allevate all'interno di 15 aziende agricole biologiche danesi. In particolare, ha verificato se vi fosse un legame tra le infezioni causate dai parassiti elminti (Ascaridia galli e Heterakis) e la mortalità del pollame.

    Al termine dell'analisi, è emerso che il tasso di mortalità fra le galline era più alto nelle imprese in cui le infezioni erano più frequenti. In particolare, la ricercatrice ha scoperto che negli allevamenti caratterizzati da un'elevata presenza di infezioni parassitarie, la percentuale dei decessi delle galline era due volte maggiore rispetto a quella riscontrata nelle aziende in cui la quantità di elminti era inferiore. Questi risultati, tuttavia, risultavano validi sono nel periodo estivo. Durante l'inverno il tasso di mortalità non differiva tra le diverse aziende.

    Secondo l'esperta, la ricerca dimostra che per mantenere le galline in buona salute occorre, innanzitutto, eliminare tutti i parassiti che potrebbero danneggiarle. Per questo motivo, ritiene che siano necessarie ulteriori ricerche per migliorare la prevenzione delle infezioni parassitarie.

    n.c. 20-06-2015 Tag: parassitigallinepollameelmintiaziende agricole
Articoli correlati