Victam
  • Industria mangimistica: i temi più caldi del 2016

    Print
    Agricoltura mangimi cereali %c2%a9 dleonis   fotolia.com

    Quali sono state le priorità del comparto mangimistico nel 2016? Secondo gli operatori del settore, la principale è stata la necessità di trovare personale qualificato. Ma al centro dell’attenzione ci sono state anche le condizioni climatiche e l’instabilità dei prezzi. Lo evidenzia il rapporto: “State of the global animal feed industry 2016” pubblicato da Feed Navigator, che ha intervistato 282 esponenti dell’industria dei mangimi, per scoprire le principali esigenze emerse durante il 2016.

    Necessità di personale - Secondo l’indagine, il 68% degli intervistati ritiene che il problema principale sia trovare dipendenti qualificati. In particolare, gli operatori del settore osservano che i laureati degli ultimi 10-15 anni non siano preparati come lo erano le generazioni precedenti. Inoltre, la disponibilità di manodopera è scarsa. Lo ha sottolineato Alexander Döring, segretario generale di Fefac (European Feed Manufacturers' Federation), commentando i risultati del sondaggio. Secondo l’esperto, sono pochi i giovani che vogliono lavorare nel comparto mangimistico, nonostante si tratti di "un ambiente di lavoro stimolante, che offre prospettive reali per laureati ambiziosi – osserva Döring -. Come l’agricoltura in generale, anche l'industria dei mangimi sta risentendo di un calo d’interesse da parte dei giovani che non tendono più a cercare lavoro nel nostro settore”.

    Ottimismo nel futuro - La ricerca evidenzia che, rispetto al 2015, l’82% degli intervistati è più ottimista riguardo al futuro della propria azienda. Inoltre, il 67% è fiducioso che un grado maggiore di concentrazione del mercato offrirà opportunità alle loro imprese.

    Clima e instabilità dei prezzi - Preoccupano, invece, l’instabilità dei prezzi e la variabilità del clima.
    Quasi la totalità degli intervistati (93%) esprime la necessità di garantire una maggiore tracciabilità nel settore alimentare globale e di tenere sotto controllo la volatilità dei prezzi delle materie prime. Secondo gli operatori del settore, infatti, le fluttuazioni dei prezzi delle commodities minacciano la redditività della produzione. Inoltre, prezzi troppo elevati possono influenzare negativamente la qualità dei mangimi. Gli intervistati hanno anche sottolineato l’importanza delle condizioni meteorologiche, che influenzano le rese e, di conseguenza, il livello dei prezzi.

     

    Benessere animale, innovazione e brexit: i temi del 2016

     

    Foto: © DLeonis - Fotolia.com

    redazione 02-01-2017 Tag: mangimialimentazione animaleprezzimaterie primeclimapersonale
Articoli correlati
  • Mais: prezzi in aumento, ma possibili influenze da politiche commerciali internazionali

    Negli ultimi mesi i prezzi del mais sono saliti, ma potrebbero subire un brusco calo a causa di eventuali turbolenze commerciali. Lo evidenzia un articolo pubblicato su World Grain, secondo cui le quotazioni del cereale potrebbero essere significativamente...

    23-01-2019
  • La dipendenza da materie prime agricole, un rischio per la zootecnia italiana

    Lo sviluppo del comparto agroalimentare italiano è indissolubilmente legato alla capacità di mantenere un buon livello di competitività e di aumentare la presenza sui mercati internazionali dei nostri prodotti. Per immaginare un futuro della...

    21-01-2019
  • Materie prime, a dicembre prezzi stabili

    A dicembre i prezzi internazionali delle materie prime sono rimasti sostanzialmente stabili. L'aumento dei listini dei cereali ha, infatti, compensato il calo delle quotazioni dei prodotti lattiero-caseari e dello zucchero. Lo comunica l'Organizzazione per...

    18-01-2019
  • Pef, Fefac sostiene proposta della Commissione Europea

    In relazione alla possibile applicazione del Pef (Product environmental footprint - Impronta ambientale del prodotto), la Federazione dei produttori europei di mangimi composti Fefac (European Feed Manufacturers' Federation) ha espresso il proprio sostegno alla...

    10-01-2019
  • Ingredienti dei mangimi, Iccf avvia consultazione pubblica

    L’International cooperation for convergence of technical requirements for the assessment of feed ingredients (Iccf) ha avviato una consultazione pubblica su due documenti: “Stability testing of feed ingredients” e “Sub-chronic oral...

    08-01-2019