• MB Mangimi ha festeggiato 50 anni di attività

    Print
    288   mb (web)

    La MB Mangimi spa di Longiano festeggia domenica 2 ottobre i primi 50 anni di attività. L’azienda che produce mangimi per il comparto avicolo ha lo stabilimento sulla via Emilia nel Comune di Longiano. La MB costituita nel 1966 dai fratelli Glauco, Tarcisio e Giancarlo Brandolini, e con il loro padre Primo, nel corso degli anni si è consolidata con alcune tappe significative: nel 1997 con l’allargamento della base sociale e poi ancora nel 2004 con l’attuale compagine. L’azienda, di cui da oltre 20 anni è presidente Umberto Bernabini, ha come soci: la famiglia Bernabini di Gambettola, da sempre impegnata nella produzione di uova, il Gruppo “Eurovo”, primo produttore in Europa di ovoprodotti, e il Gruppo “Fileni ”, fra i primi produttori nazionali di carne avicola ed elaborata. Altri soci sono la Famiglia Mengozzi con l’incubatoio “Mgm” di Predappio e poi Carlo Collinelli da 50 anni forza motrice dell’area commerciale della MB stessa.

    E’ con questa compagine sociale che l’azienda ha registrato negli ultimi anni una fortissima crescita in termini di produttività raggiungendo i 3 milioni e 500 mila quintali annui di mangimi prodotti, per un fatturato di circa 100 milioni di euro. Attualmente la MB Mangimi impiega 42 dipendenti, a cui va aggiunto un importante indotto.
    Fra i progetti futuri della MB c’è l’ampliamento dello stabilimento di produzione mangimi, il progetto che sarà presentato prossimamente è ritenuto fondamentale per gli ulteriori sviluppi della azienda e per metterla in condizioni di affrontare le sfide future.

    “Il nostro motto è “qualità che rende”- spiega Francesco Menichetti, direttore generale della MB Mangimi - oltre a selezionare materie prime di qualità certificata e controllata, forniamo un servizio di assistenza tecnica e veterinaria in allevamento, così da consentire all’allevatore di ottenere il massimo dai propri investimenti. Con la MB l’allevatore non è mai solo. L’azienda guarda al futuro, si continuerà ad investire sulla automazione dei processi ,sullo sviluppo delle energie pulite (l’avvio del cogeneratore lo scorso anno è il primo traguardo raggiunto) . Lavoriamo costantemente per la crescita del nostro personale facendo continui corsi di formazione e aggiornamento.

    Nel contesto generale di grande difficoltà – conclude Francesco Menichetti - l’azienda non ha fatto ricorso ad ammortizzatori sociali e non ha operato licenziamenti. Ha applicato una contrattazione di secondo livello, di riferimento per altre aziende del territorio. Ha sviluppato il modello “231” sulla tutela del patrimonio aziendale e altre nuove certificazioni in ambito di sicurezza sul lavoro, sicurezza alimentare ed efficienza energetica”.

    redazione 15-01-2017 Tag: MB Mangimialimentazione animalezootecniasicurezza alimentare
Articoli correlati