• Fao: acque reflue, un'opportunità per il settore agricolo

    Print

    L'uso delle acque reflue depurate in agricoltura potrebbe avere ripercussioni positive su ambiente e sicurezza alimentare

    Acqua agricoltura

    L'impiego delle acque reflue, correttamente depurate, potrebbe rappresentare una grande opportunità per l'agricoltura e per la sicurezza alimentare. Lo ha affermato l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao) in occasione delle celebrazioni previste per la “Giornata mondiale dell'acqua”, che si sono svolte il 22 marzo a Roma presso la sede della Fao.

    “In agricoltura, dobbiamo utilizzare l'acqua in un modo più efficiente, produttivo, equo e più rispettoso dell'ambiente, senza compromettere la qualità - ha affermato Maria Helena Semedo, Vice Direttore Generale della Fao -. Dovremmo massimizzare il potenziale che le acque reflue rappresentano come risorsa valida e sostenibile”.

    L'Organizzazione evidenzia che in tutto il mondo la maggior parte delle acque reflue viene rilasciata nell'ambiente senza essere trattata. Di conseguenza, finisce per inquinare corsi d'acqua e oceani. Depurare e riutilizzare le acque reflue potrebbe, quindi, proteggere l'ambiente e rappresentare una soluzione conveniente e sostenibile al problema della scarsità idrica. In particolare, potrebbe rappresentare una risorsa preziosa per il settore agricolo, che da solo impiega circa il 70% dell'utilizzo complessivo di acqua dolce.

    La Fao ritiene che innaffiare i campi con le acque reflue, trattate fino a diventare innocue e sicure, potrebbe aiutare a contrastare la siccità. Inoltre, evidenzia che le acque reflue potrebbero rappresentare una fonte potenziale di materiali grezzi come fosforo e nitrati, che possono essere trasformati in fertilizzanti. Secondo le stime, il 22% della domanda globale di fosforo – che costituisce una risorsa minerale limitata - potrebbe essere soddisfatta utilizzando acque reflue trattate. Infine, secondo l'Organizzazione, una migliore gestione delle acque reflue potrebbe generare benefici sociali, ambientali ed economici e contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile.

    redazione 24-03-2017 Tag: acque refluesiccitàfaorisorse idricheagricolturaambientesicurezza alimentare
Articoli correlati
  • Materie prime, a dicembre prezzi stabili

    A dicembre i prezzi internazionali delle materie prime sono rimasti sostanzialmente stabili. L'aumento dei listini dei cereali ha, infatti, compensato il calo delle quotazioni dei prodotti lattiero-caseari e dello zucchero. Lo comunica l'Organizzazione per...

    18-01-2019
  • Controllo ufficiale alimenti, nel 2017 irregolare solo lo 0,88% dei campioni

    Nel 2017 in Italia meno dell’1% dei cibi, delle bevande e dei materiali a contatto con alimenti sono risultati irregolari. È quanto emerge dalla relazione: “Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia - anno 2017”,...

    17-01-2019
  • Eu-Fora 2019-2020, borse di formazione in valutazione dei rischi alimentari

    Sono aperte le candidature per ottenere una borsa di formazione nell’ambito della valutazione dei rischi alimentari. È stata infatti avviata la terza edizione del “Programma europeo di borse di formazione in valutazione del rischio alimentare...

    17-01-2019
  • Unione Europea, nuovi regolamenti su medicinali veterinari e mangimi medicati

    Il 7 gennaio 2019 sono stati pubblicati sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea i nuovi regolamenti in materia di medicinali veterinari e mangimi medicati. Lo comunica il Ministero della Salute, evidenziando che i testi si trovano nel pacchetto...

    16-01-2019
  • Pef, Fefac sostiene proposta della Commissione Europea

    In relazione alla possibile applicazione del Pef (Product environmental footprint - Impronta ambientale del prodotto), la Federazione dei produttori europei di mangimi composti Fefac (European Feed Manufacturers' Federation) ha espresso il proprio sostegno alla...

    10-01-2019