• Fosforo, nuovo indice consente di tenerlo sotto controllo

    Print

    È frutto di uno studio condotto dai ricercatori della Cornell University

    Agricoltura  trattore  campo %c2%a9 chukov   fotolia.com

    Un nuovo indice potrebbe aiutare a tenere sotto controllo il fosforo presente nel terreno. A svilupparlo sono stati gli scienziati della Cornell University di Ithaca (Usa), secondo cui lo strumento consentirà di analizzare le caratteristiche del suolo e di valutare il rischio di una fuoriuscita di fosforo nell’ambiente.

    Nel corso dello studio, pubblicato sulla rivista Journal of Environmental Quality, gli studiosi hanno esaminato le caratteristiche di migliaia di campi agricoli. Al termine dell’esperimento, sono riusciti a sviluppare un nuovo indice, che risulta più efficiente della versione precedente, prodotta nel 2003. In particolare, lo strumento risulta in grado di determinare la fuoriuscita di fosforo da un campo, basandosi sulla posizione del terreno e sul modo in cui viene gestito. Per riuscirci, prende in esame diverse variabili, come la copertura del terreno, la potenziale erosione e la distanza dai corsi acquatici.

    “Il nuovo indice aiuterà gli agricoltori ad adottare pratiche agricole sempre più sicure – afferma Quirine M. Ketterings, che ha diretto il gruppo di ricerca -. I campi ad alto rischio richiedono l’adozione di misure più sicure per gestire la fuoriuscita di fosforo. E gli agricoltori e i consulenti agricoli hanno maggiori probabilità di apportare modifiche se capiscano il motivo per cui risultano necessarie”.

    Gli autori precisano che l'indice precedente non era sbagliato, ma quello nuovo risulta più accurato e più semplice da utilizzare. “Come la scienza, anche l'agricoltura è un'attività in continuo miglioramento – osserva Ketterings -. L'indice iniziale si basava sulla migliori conoscenze scientifiche disponibili in quel momento. Il nostro nuovo indice racchiude i dati e l'esperienza acquisiti fino ad oggi. Per cui è probabile che anche il nuovo indice sarà aggiornato in futuro, in corrispondenza con la crescita delle nostre conoscenze”.

    Foto: © chukov - Fotolia.com

    redazione 27-04-2017 Tag: fosforoterrenoricercapratiche agricoleambiente
Articoli correlati
  • Stati Uniti, proposto un nuovo modo per finanziare la ricerca agroalimentare

    Associare gli incentivi a breve termine ai progetti a lungo termine, come la ricerca. È l'idea proposta negli Stati Uniti per ottimizzare la ricerca agroalimentare finanziata dal settore pubblico. Da alcuni anni i produttori e gli agricoltori stanno...

    20-10-2017
  • Allevamento animale, uno studio evidenzia vantaggi e sostenibilità

    La produzione di alimenti di origine animale contribuisce a garantire la sicurezza alimentare globale. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Global Food Security da un team di ricercatori dell’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura...

    16-10-2017
  • Studio: prodotta varietà di mais ricca di metionina

    Gli scienziati della Rutgers University di Piscataway (Usa) hanno individuato il modo di migliorare produzione  di un alimento decisivo per mangimi e prodotti alimentari, come il mais. Sono riusciti ad aumentare la presenza nel grano di una sostanza...

    11-10-2017
  • Perdite e sprechi di cibo: dalla Fao appello al mondo per la“tolleranza zero”

    Il Direttore Generale dell’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao), José Graziano da Silva, si è unito all'appello per rinnovare l’impegno globale di tolleranza zero nei confronti delle perdite e...

    29-09-2017
  • Produzioni sostenibili ed esigenze alimentari

    Estratto dall'enciclopedia Treccani il termine "sostenibilità"è così riassunto: "Nelle scienze ambientali ed economiche, condizione di uno sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza...

    18-09-2017