• Assalzoo: nel 2016 continua la crescita dei mangimi per volatili, bene bufali e ovini, salgono i suini, stabili i bovini

    Print
    Assalzoo logo

    Sono stati presentati mercoledì 21 giugno, nel corso dell’Assemblea annuale Assalzoo. i dati del 2016, che si chiude con un aumento di oltre 200mila tonnellate, superando di slancio la soglia dei 14milioni di ton. – il dato finale è di 14.226 ton. che corrisponde a un aumento dell’1,2% rispetto al 2015.

    In un contesto economico che evidenzia segni di miglioramento, ma che registra una contrazione tendenziale complessiva della spesa destinata ai prodotti di origine animale (carne -4,4%, latte -5,2%), la leggera crescita del settore mangimistico dipende in larga misura dal comparto avicolo che continua a dimostrare una forza produttiva di quasi 6milioni di tonnellate, ascrivibile a tutte le principali specie avicole, polli da carne, galline ovaiole e tacchini.

    Più limitata, ma pur sempre importante, la dinamica positiva dei mangimi per suini che, seguendo anche la buona performance di mercato di questo comparto dell'allevamento in atto in questo ultimo anno, sfiora le 3,6 milioni di tonnellate complessive di mangime prodotto.

    In leggero aumento i mangimi per vacche da latte (+0,7%), mentre si evidenzia una grave contrazione per i mangimi per bovini da carne che segnano un calo del 9,1% perdendo ben 75.000 tonnellate.

    Molto buona la crescita dei mangimi per gli ovini e una positiva ripresa si registra anche per il pet-food, che dopo un periodo di riflessione dovuto allo stop dei consumi conferma le potenzialità di crescita.

     

    I numeri del settoresottolinea Alberto Allodi, presidente di Assalzoo – sono positivi nonostante il calo dei consumi interni di alcune fase di prodotti di origine animale, questo conferma la grande capacità di tenuta del nostro tessuto produttivo trainato da un settore avicolo solido ed in costante crescita. Sicurezza, qualità e innovazione caratterizzano i mangimi italianiPer il futuro – conclude Allodi – si può prevedere che il comparto avicolo continui a fare da traino, mentre gli altri settori punteranno ad una sostanziale tenuta con punte di sviluppo in gruppi minori".

     

     

    red. 26-06-2017 Tag: assalzoomangimibovinisuinivolatili
Articoli correlati
  • Alimentazione animale, maggiore efficienza con sottoprodotti e co-prodotti alimentari

    L’impiego dei sottoprodotti e dei co-prodotti alimentari per produrre i mangimi potrebbe consentire di soddisfare la crescente domanda di alimenti di origine animale e di regolare l’uso dei cereali nell’ambito dell’alimentazione animale....

    15-11-2017
  • Economia circolare: un approccio strategico per il comparto mangimistico

    Quali vantaggi dall'economia circolare nel settore agro-alimentare? Che ruolo può svolgere questo nuovo sistema economico imperniato sulla sostenibilità? Se ne discute domani 26 ottobre alle Fiere Internazionali Zootecniche di Cremona. Tra i...

    25-10-2017
  • Il benessere animale nel settore zootecnico

    L'agroalimentare è smart. Tra i workshop dedicati alle Filiere intelligenti organizzati nell'ambito della Fiera Internazionale del Bovino da Latte, c'è anche quello dedicato al benessere animale. Lo sviluppo della zootecnia riguarda sempre...

    25-10-2017
  • In aumento la redditività del mercato suinicolo

    Il ribasso dei costi di produzione e l'aumento della domanda estera hanno contribuito al miglioramento della redditività nel settore suinicolo. A sancirlo è l'Ismea-Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare che ha analizzato il...

    23-10-2017
  • Impronta ambientale, l'impegno di Fefac per la sostenibilità

    La creazione di un mercato comune ecosostenibile passa anche attraverso l'analisi dell'impatto ambientale dell'alimentazione animale. Per questo motivo la Fefac, la Federazione europea dei produttori di mangimi, si è unita con i produttori nazionali...

    18-10-2017