• Micotossine, il mercato dei detossificatori in crescita del 3,5% annuo fino al 2022

    Print

    Superati i 2 milioni di dollari nel 2016

    Mais ogm

    Nel 2016 il mercato dei detossificatori contro le micotossine ha superato i 2 milioni di dollari, e dovrebbe continuare a crescere anche nel quinquennio successivo. È quanto emerge dal rapporto: “Feed mycotoxin detoxifiers market - Global trends, dynamics and forecasts (2017 - 2022)” pubblicato dalla compagnia Mordor Intelligence, secondo cui tra il 2017 e il 2022 questo settore commerciale dovrebbe crescere a un Cagr (tasso di crescita annuale composto) del 3,5%.

    La relazione evidenzia che lo scorso anno il mercato degli agenti detossificanti ha raggiunto i 2.037,47 milioni di dollari, ed entro il 2022 dovrebbe arrivare a 2.341,8 milioni di dollari. Questi prodotti sono utilizzati negli alimenti per animali per impedire che vengano contaminati dalle micotossine, un gruppo di sostanze chimiche tossiche prodotte dai funghi. È noto che le micotossine siano pericolose per la salute del bestiame - soprattutto bovini e pollame -, esponendo gli animali allo sviluppo di malattie infettive, disturbi all’apparato riproduttivo, danni epatici e renali.

    Negli ultimi anni, secondo il rapporto, l’impiego dei detossificatori nei mangimi è cresciuto soprattutto in Cina, India, Brasile, dove il miglioramento delle condizioni economiche della popolazione ha determinato un incremento del consumo di carne. Il mercato di questi prodotti dovrebbe crescere soprattutto nell’area Asia-Pacifico, dove il Cagr dovrebbe raggiungere il 3,77%. L’Europa si classifica, invece, al secondo posto: nel periodo 2017-2022 qui il Cagr dovrebbe attestarsi intorno al 3,13%.

    redazione 20-07-2017 Tag: micotossineagenti detossificanticarnemangimialimentazione animalebenessere animale
Articoli correlati
  • Bovini da carne, cresciuta redditività degli allevamenti nel 2017

    Nel 2017 la redditività degli allevamenti di bovini da carne è cresciuta. Lo evidenzia il rapporto “Rilevazione dei costi per partita de bovino da carne” pubblicato dall’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo...

    14-07-2018
  • Benessere animale, garantirlo per la sostenibilità degli allevamenti

    Per parlare di benessere animale bisogna conoscere a fondo gli animali, soprattutto gli animali da reddito che oggi alleviamo. È necessario tenere presente l’evoluzione che vi è stata come conseguenza della selezione; gli animali di oggi sono...

    14-07-2018
  • Bilancio sulla disponibilità di carni in Italia nel 2017

    La recente diffusione Istat dei risultati sul commercio estero di carni e animali vivi, dell’indagine campionaria sulle consistenze animali (bovini, bufalini, suini, ovini, caprini e suini) riferiti al mese di dicembre 2017, nonché i dati per lo...

    11-07-2018
  • Indice Fao, prezzi in calo per le materia prime alimentari

    A giugno i prezzi internazionali delle materie prime alimentari sono diminuiti per la prima volta nel 2018, nonostante si preveda una riduzione della produzione globale. Secondo l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao)...

    08-07-2018
  • Uso di nanotecnologie in alimenti e mangimi: le linee guida dell’Efsa

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato una guida su come valutare la sicurezza delle richieste di autorizzazione in tema di nanoscienze e nanotecnologia. Le nuove linee guida, intitolate: “Guidance on the human and...

    06-07-2018