• Sicurezza alimentare, Efsa elabora parere su valutazione genotossicità delle sostanze

    Print

    Indetta consultazione pubblica che terminerà il 6 settembre 2017

    Efsa

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha avviato una consultazione pubblica su un progetto di parere elaborato dal suo comitato scientifico, in relazione alla valutazione della genotossicità delle sostanze utilizzate per la produzione di alimenti e mangimi. Lo riporta un articolo pubblicato su Feed Navigator, secondo cui l'Efsa ha precisato che le informazioni sulla genotossicità rappresentano una componente chiave nella stima dei rischi delle sostanze chimiche in generale, incluse quelle utilizzate negli alimenti e nei mangimi, nei medicinali umani e veterinari, nei prodotti di consumo e nell'industria.

    L'Autorità sottolinea che le informazioni sulla genotossicità sono essenziali anche per la valutazione del rischio di contaminanti naturali e ambientali nei prodotti alimentari e nei mangimi. Le sostanze genotossiche possono, infatti, provocare danni al Dna e causare mutazioni genetiche che si moltiplicano nel tempo e tra le generazioni. Queste variazioni dei geni, a loro volta, possono danneggiare la salute e favorire lo sviluppo di tumori e malattie ereditarie.

    Le sostanze genotossiche possono essere prodotte dall’uomo, come i carbammati utilizzati nella produzione dei pesticidi, o sono presenti in natura, come le aflatossine. Il progetto di parere elaborato dal comitato scientifico dell’Efsa fornisce raccomandazioni sull’adeguatezza delle prove specifiche per stabilire il potenziale genotossico delle sostanze. Inoltre, gli esperti dell’Autorità europea offrono consulenza sull’uso dei dati in un approccio basato sul peso delle prove, per trarre conclusioni sul potenziale genotossico e la conseguente concezione dei valori guida per la tutela della salute, da usare nella valutazione del rischio per la salute umana.

    L’Efsa evidenzia che il parere, una volta portato a termine, migliorerà la chiarezza e la prevedibilità dei requisiti richiesti a coloro che richiedono un’autorizzazione, aiutandoli a predisporre i documenti per la valutazione da parte dell’Efsa. Inoltre, sarà utile anche ai valutatori del rischio durante l’esecuzione delle stime riguardanti la genotossicità, e ai gestori del rischio impegnati nell’approvazione delle sostanze. L’Autorità invita, pertanto, tutte le parti interessate a trasmettere le proprie osservazioni entro il 6 settembre 2017.

    red. 04-08-2017 Tag: EFSAsicurezza alimentaremangimigenotossicità
Articoli correlati