• Ruggine del grano: nuovo studio identifica scenari di diffusione su scala internazionale

    Print

    Il fulcro della trasmissione potrebbe essere lo Yemen

    Ruggine del grano %c2%a9 cimmyt

    La ruggine del grano potrebbe diffondersi nelle grandi piantagioni del Pakistan o dell’India attraverso lo Yemen. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Nature Plants dagli scienziati dell'Università di Cambridge (Regno Unito), dell’Atmospheric Dispersion and Air Quality di Exeter (Regno Unito) e del Cimmyt (International maize and wheat improvement center) di Addis Abeba (Etiopia), che hanno adattato i sistemi di modellazione precedentemente utilizzati per prevedere la dispersione delle ceneri vulcaniche e delle radiazioni provenienti da incidenti nucleari per stimare quando e come i ceppi resistenti della ruggine del frumento – come quello chiamato “Ug99” – hanno maggiori probabilità di diffondersi.

    La ruggine del grano (causata dal fungo Puccinia graminis) comprende una famiglia di malattie fungine capaci di causare la perdita totale dei raccolti di frumento e di diffondersi rapidamente su grandi distanze, grazie all’azione del vento. Il team di ricercatori ha quantificato, per la prima volta, le circostanze – in termini di percorsi, tempi e dimensioni delle epidemie – che permetterebbero alle varietà più pericolose della ruggine del grano di percorrere la lunga distanza esistente tra l'Africa Orientale e le grandi piantagioni di frumento dell’India e del Pakistan. In particolare, hanno calcolato che lo scoppio di un focolaio nella zona orientale dello Yemen avrebbe una probabilità del 30% di far arrivare la malattia nelle due nazioni asiatiche.

    Gli esperti, inoltre, hanno stimato che la ruggine del grano proveniente dallo Yemen potrebbe diffondersi attraverso i paesi del Medio Oriente, in particolare l'Iran, verso l'Asia centrale e meridionale. Se l'Iran dovesse subire un focolaio moderato di Ug99, in un’area maggiore di 1000 ettari, le spore di Puccinia graminis potrebbero raggiungere l’Afghanistan e da lì arrivare fino alle pianure settentrionali del Pakistan e dell'India. Tuttavia, gli studiosi ritengono che la trasmissione lungo questo percorso sia limitata a un lasso di tempo relativamente breve (marzo e aprile), prima che il grano venga raccolto nell’Asia meridionale.

    “Nuove varietà di ruggine del grano minacciano il frumento di tutto il mondo, per cui dobbiamo sapere quali aree sono a rischio – spiega Chris A. Gilligan, che ha coordinato l’indagine –. In base ai risultati della nostra ricerca, crediamo che se c Ug99 o altri ceppi di ruggine del grano dovessero raggiungere lo Yemen in primavera, allora sarà necessario intervenire subito per ridurre il rischio di un'ulteriore diffusione”.

    Foto: © CIMMYT

    redazione 27-09-2017 Tag: ruggine del granoCOLTUREfrumento
Articoli correlati
  • Frumento, lieve calo dei prezzi a settembre

    Dopo l’incremento dei prezzi all’origine del frumento tenero e del frumento duro registrato a luglio, a settembre i listini di entrambi i cereali sono tornati a scendere. È quanto emerge dal rapporto “Tendenze frumento” pubblicato...

    17-10-2017
  • Miglio perlato e resistenza alla siccità: il ruolo dei geni

    Il sequenziamento del genoma del miglio perlato potrebbe permettere di migliorare la resistenza delle colture in condizioni ambientali estreme. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology da un gruppo di ricerca...

    21-09-2017
  • Grano, sfruttare luce del sole potrebbe accrescere produttività del 21%

    L’attivazione di un enzima potrebbe rendere più efficiente la fotosintesi e accrescere la produttività delle piante di grano. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Philosophical Transactions of the Royal Society B da Samuel Taylor...

    31-08-2017
  • Frumento, prezzi in aumento a luglio

    A luglio, il mese d'esordio della campagna di commercializzazione 2017/18, si è registrato un aumento dei prezzi del frumento. È quanto emerge dal rapporto “Tendenze Frumento” pubblicato da Ismea (Istituto di servizi per il mercato...

    23-08-2017
  • Studio: nuove colture elimineranno parassiti disattivandone i geni

    Individuata una tecnica che fra 6-7 anni permetterà di fare a meno degli insetticidi: è possibile progettare le piante affinché uccidano i loro parassiti, modificandone il Dna. Lo evidenziano gli scienziati del Max-Planck-Institut für...

    04-08-2017