• Fao e UE, insieme per combattere sprechi alimentari e antimicrobico-resistenza

    Print

    La collaborazione intende anche rafforzare sicurezza alimentare

    Italiani sicurezza alimenti

    L’Unione Europea e l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao) hanno deciso di collaborare per rafforzare gli sforzi contro gli sprechi alimentari e la resistenza antimicrobica (Amr) nelle catene di approvvigionamento e per garantire la sicurezza alimentare. Il Commissario europeo per la Salute e la sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, e il Direttore Generale della Fao, José Graziano da Silva, hanno infatti firmato una lettera d’intenti con cui la Fao e l'Unione Europea s’impegnano a lavorare in stretta collaborazione per dimezzare i rifiuti alimentari pro-capite entro il 2030, un obiettivo stabilito nell'ambito dell’“Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”. Inoltre, intendono intensificare la cooperazione diretta ad affrontare la diffusione dell’antimicrobico-resistenza nelle aziende agricole e nei sistemi alimentari, e per sostenere i governi nell'attuazione degli standard e degli orientamenti relativi alla resistenza antimicrobica adottati dalla Commissione del Codex Alimentarius (l'organo delle Nazioni Unite incaricato di deliberare sugli standard di salubrità e qualità alimentari).

    “La perdita di cibo e i rifiuti alimentari rappresentano un inaccettabile e immorale spreco di risorse e aumenta l'insicurezza alimentare, mentre l’antimicrobico-resistenza evidenzia un grave peso sociale ed economico - afferma il Commissario Andriukaitis -. Stiamo diventando più uniti, più efficienti e più decisivi nel modo di affrontare questi problemi e pertanto questo accordo va celebrato”.

    Il documento prevede, in particolare, il rafforzamento della collaborazione tra Fao e UE nell’adozione delle seguenti iniziative:
    - sincronizzare gli sforzi per quantificare le perdite e gli sprechi di cibo in ogni fase della catena alimentare;
    - migliorare lo scambio di informazioni e di evidenze scientifiche relative all'uso degli antimicrobici nella produzione di alimenti e delle migliori pratiche di gestione dell’antimicrobico-resistenza;
    - unire gli sforzi per promuovere l'uso responsabile degli antimicrobici e per migliorare i livelli d'igiene all’interno delle aziende agricole, per ridurre la necessità di utilizzare gli antibiotici;
    - sostenere i paesi nella redazione delle norme sull'uso degli antimicrobici;
    - realizzare iniziative congiunte di formazione dirette a migliorare la capacità delle nazioni di monitorare l'uso degli antibiotici nei sistemi alimentari e di mappare la presenza dell’antimicrobico-resistenza.

    red. 09-10-2017 Tag: faoUEantimicrobico-resistenzasprechi alimentarisicurezza alimentare
Articoli correlati
  • Efsa, residuo farmaci veterinari resta basso

    Resta basso il tasso di non conformità ai limiti fissati dall’Unione Europea sui residui di farmaci veterinari negli alimenti di origine animale e negli animali. Lo comunica l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), illustrando i...

    24-06-2018
  • Suini, mercato in crescita nel 2018

    La costante crescita dell'economia mondiale alimenta la domanda di carne suina in molti Paesi, mentre i prezzi relativamente bassi dei mangimi continuano a garantire i margini dei produttori. Lo evidenzia il rapporto: “Tendenze Suino” pubblicato da...

    23-06-2018
  • Fao, studi e pubblicazioni consultabili da tutti

    L’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao) intende incentivare l’accesso al suo patrimonio di conoscenze tramite una nuova politica che promuove l'uso, la riproduzione e la diffusione delle sue pubblicazioni. Ha...

    21-06-2018
  • Fao, in rialzo le previsioni sulla produzione cerealicola

    Migliorano le stime sulla produzione cerealicola. Secondo la Fao nel 2018 l'offerta sarebbe pari a 2.610 milioni di tonnellate, un livello maggiore di quello precedentemente stimato. Il dato è contenuto nell'ultimo Bollettino sull'offerta e la domanda...

    09-06-2018
  • Indice dei prezzi della Fao in aumento, salgono i prezzi di latte e caseari

    Su i prezzi di latte e cereali, in calo quelli di zucchero e oli vegetali. L'andamento dell'Indice dei prezzi alimentari della Fao riferito al mese di maggio risente di queste variazioni e sale assestandosi a 176,2 punti. Rispetto ad aprile scorso l'incremento...

    08-06-2018