• Industrie UE: occorre tutelare comparto manifatturiero europeo

    Print

    Necessario per salvaguardare leadership mondiale dei costruttori europei

    Europa

    La federazione dei produttori europei di mangimi Fefac (European Feed Manufacturers' Federation) ha firmato, insieme a oltre 120 associazioni industriali europee, una dichiarazione congiunta con cui s’invita la Commissione Europea a sostenere la crescita dell’industria manifatturiera europea e la creazione di nuovi posti di lavoro in questo comparto.

    All'inizio del suo mandato, il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha dichiarato che la re-industrializzazione dell'Europa rappresenta una delle sue principali priorità e ha confermato l’impegno ad aumentare la quota del settore nel PIL europeo al 20% entro il 2020. Dato che si avvicina il momento della predisposizione del prossimo quadro finanziario pluriennale, i firmatati della dichiarazione congiunta ritengono fondamentale che la Commissione Europea si attivi per aiutare l'Unione Europea a restare un potere industriale competitivo a livello globale. Pertanto, l'industria manifatturiera europea, che rappresenta una vasta gamma di settori, invita la Commissione Europea a:
    - riaffermare il suo impegno ad aumentare la quota del settore nel PIL europeo al 20% entro il 2020, con un calendario ambizioso e realistico;
    - adottare un piano d'azione capace di fronteggiare le sfide che i settori industriali si trovano ad affrontare, nel quadro di una comunicazione che comprenda misure e tappe concrete;
    - impegnarsi a realizzare questo piano d'azione in modo tempestivo e a informare regolarmente sui progressi compiuti.

    I firmatari s'impegnano a collaborare maggiormente con la Commissione Europea, il Parlamento Europeo e il Consiglio di Competitività, per definire e attuare questa strategia industriale, che potrebbe contribuire a salvaguardare la leadership mondiale dei costruttori europei e a conservare i posti di lavoro in Europa.

    red. 09-10-2017 Tag: industria manifatturieraFEFACCommissione europeapolitica europea
Articoli correlati
  • Impronta ambientale, l'impegno di Fefac per la sostenibilità

    La creazione di un mercato comune ecosostenibile passa anche attraverso l'analisi dell'impatto ambientale dell'alimentazione animale. Per questo motivo la Fefac, la Federazione europea dei produttori di mangimi, si è unita con i produttori nazionali...

    18-10-2017
  • Fefac e associazioni alimentari, contrarie a proposta Ue su uso melassa

    La Federazione dei produttori europei di mangimi (Fefac), l’Effpa (European former foodstuff processors association) e altre associazioni europee che rappresentano diversi settori alimentari chiedono al Parlamento Europeo di rimuovere la melassa...

    05-10-2017
  • Nuovo piano d’azione europeo per contrastare la resistenza antimicrobica

    Come anticipato nel corso del Congresso FEFAC, la Commissione europea ha adottato, lo scorso 29 giugno, il nuovo piano d'azione per combattere la resistenza antimicrobica (AMR). Il piano si basa sul cosiddetto principio “OneHealth”affrontando la...

    25-09-2017
  • Fefac: pubblicato il “Rapporto annuale 2016-2017”

    Lotta all’antimicrobico-resistenza, riduzione degli scarti alimentari, promozione della sicurezza alimentare e della produzione sostenibile della soia: sono solo alcuni degli argomenti trattati dall’“Annual Report 2016-2017”, pubblicato...

    31-07-2017
  • Coceral, Fediol e Fefac: da incrementare la produzione europea di soia

    Occorre aumentare la produzione della soia in Europa. Lo evidenziano i membri di Fefac (la federazione dei produttori europei di mangimi), Coceral (l'associazione europea dei produttori di cereali, riso, semi oleosi, olio d'oliva e oli) e Fediol (la federazione...

    24-07-2017