• Settore lattiero-caseario: export prodotti made in Italy cresciuto del 7,3%

    Print

    Esportate 239 mila tonnellate di formaggi in sette mesi

    %c2%a9 minadezhda   fotolia.com uova latte

    Nei primi sette mesi del 2017 le esportazioni dei prodotti lattiero-caseari italiani sono cresciute del 7,3% in volume e del 9,4% in valore. È quanto emerge dal rapporto: “Lattiero caseari: tendenze e dinamiche recenti” pubblicata da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), secondo cui il settore lattiero-caseario mostra segni di ripresa dopo la crisi provocata dall'abolizione delle quote comunitarie, dall'embargo russo e dal rallentamento delle importazioni cinesi.

    L’Istituto sottolinea che a partire dal secondo trimestre 2017 sono stati registrati i primi segnali di crescita dei prezzi europei, che sono proseguiti per tutta l'estate fino a portare le quotazioni dei prodotti lattiero-caseari ai livelli attuali. Il dinamismo internazionale ha influito sul funzionamento del mercato italiano, tanto che dopo i minimi registrati lo scorso anno, il prezzo del latte alla stalla in estate è tornato a salire fino a raggiungere i 38,15 euro/100 litri ad agosto.

    La ripresa del mercato lattiero-caseario nazionale è confermata dall'andamento dell'Indice dei prezzi all'origine (base 2010) elaborato da Ismea, che ha chiuso i primi nove mesi del 2017 con un incremento del 14%, anche grazie alla significativa crescita delle quotazioni del burro (+77%) e, seppure in misura più contenuta, dei formaggi duri (+7%). La ripresa del comparto è stata favorita, inoltre, da un ulteriore rafforzamento dell'export: dopo gli ottimi risultati dello scorso anno, anche nel 2017 l'Italia si conferma il quarto paese esportatore a livello mondiale, dietro Germania, Francia e Paesi Bassi, con ben 239 mila tonnellate di formaggi esportati in sette mesi a fronte di oltre 1,5 miliardi di euro di introiti (+7,3% in volume e +9,4% in valore rispetto al periodo gennaio-luglio 2016).

    Il trend positivo sembra destinato a durare: secondo le previsioni Ocse-Fao, nel prossimo decennio è previsto un costante aumento del consumo pro-capite di prodotti lattiero-caseari (+1,8% annuo) a livello mondiale, che dovrebbe portare una crescita delle importazioni, soprattutto da parte dei paesi in via di sviluppo (Cina, Corea del Sud, Africa).

    Foto: © minadezhda - Fotolia.com

    redazione 06-11-2017 Tag: prodotti lattiero-caseariIsmeamercatoesportazionimade in Italy
Articoli correlati
  • Yogurt, gli ultimi cinque anni in crescita del 4%

    Tra il 2012 e il 2016 gli acquisti dello yogurt sono cresciuti del 4% in termine di volumi, mentre la spesa è rimasta sostanzialmente invariata (-0,2%). È quanto emerge dal rapporto: “La filiera del bovino da latte - Acquisti domestici di...

    22-11-2017
  • Mais e soia, prezzi in calo

    A partire dal mese di luglio, i prezzi del mais e della soia hanno subito una flessione. Lo evidenzia il rapporto: “Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti” pubblicato da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), secondo cui...

    16-11-2017
  • Fao: aumentano costi delle importazioni alimentari

    Nel 2017 il costo delle importazioni alimentari dovrebbe aumentare del 6% rispetto allo scorso anno, fino a raggiungere i 1.413 trilioni di dollari. Si tratta del secondo record registrato sinora, che giunge nonostante i prezzi delle materie prime alimentari si...

    13-11-2017
  • Mercato ovicaprino europeo: export cresce del 25%

    Nel 2017 le esportazioni del settore ovicaprino dell’Unione Europea sono aumentate del 25%, grazie soprattutto all’incremento dell’export verso Libia, Israele ed Emirati Arabi. Lo riferisce l’Ismea (Istituto di servizi per il mercato...

    10-11-2017
  • Commodities alimentari, prezzi in ribasso a settembre

    A ottobre i prezzi delle materie prime alimentari sono diminuiti, soprattutto a causa della flessione dei listini dei prodotti lattiero-caseari. Ma sono scesi anche quelli di carne, oli vegetali e zucchero. In media, le quotazioni delle commodities risulta...

    06-11-2017