• Allevamento animale e sostenibilità ambientale: un volume promosso da Assalzoo e Aspa

    Print
    Allevamento vacche

    Si è svolta il 16 gennaio scorso a Milano la presentazione del volume “Allevamento animale e sostenibilità ambientale – I principi”, promosso da Assalzoo (Associazione Nazionale tra i Produttori di Alimenti Zootecnici) e Aspa (Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali). L’iniziativa, che si è tenuta presso il Royal Garden Hotel di Assago (Milano), era dedicata al libro che è stato curato da Bruno Stefanon (professore ordinario di Zootecnia generale e miglioramento genetico all’Università di Udine), da Marcello Mele (professore ordinario di Zootecnia speciale presso l’Università di Pisa) e da Giuseppe Pulina (professore ordinario di Zootecnia speciale presso l’Università di Sassari e coordinatore del Comitato di indirizzo scientifico Assalzoo). Si tratta del primo libro sulla sostenibilità al quale seguirà uno che affronta la questione in base alle filiere (settore bovino, suino, pesci, pollo, etc.) nel corso del primo semestre del 2018.

    “Questo volume – ha evidenziato Allodi – è l’ultimo risultato di quel percorso di ricerca che l’Associazione ha deciso di intraprendere af­frontando tematiche di estrema attualità attraverso la rigorosità della preparazione scientifica e il dialogo costante con il mondo accademico (italiano e internazionale). Sempre più spesso infatti nascono mode informative che trovano un colpevole a problemi complessi. Il cambiamento climatico e l’allevamento animale è un caso classico di informazione alterata.  Al centro del testo c’è dunque proprio la volontà di riflettere in maniera argomentata sul rapporto “animale-ambiente”, con una particolare attenzione al tema della sostenibilità. Il libro parte da una riflessione complessiva delle biocapacità planetaria per poi passare, attraverso il contributo di molti studiosi, ad analizzare i singoli aspetti della questione: dalla definizione di impatto ambientale a quella di consumo idrico. Si tratta di una lettura forse non semplice, ma di profondo arricchimento che modifica molte delle convinzioni che si hanno sul tema”.

    “Ringrazio per questo volume – ha proseguito Allodi – il Comitato Scientifico per l’Innovazione di Assal­zoo e il coordinatore, il professor Giuseppe Pulina. Un grazie al presidente Aspa, prof. Bruno Ronchi e ai prof. Stefanon e Mele in qualità di curatori”.

    “Il progetto del volume– sottolinea Pulina – è quello di rispondere alle esigenze di formazione e di aggiornamento tecnico-scientifico sull’interrelazione essenziale che lega allevamento e ambiente, alla luce dell’aumento di richiesta a livello mondiale di alimenti di origine animale. Mi fa piacere di come una tematica così rilevante per il futuro stesso della zootecnia abbia visto l’impegno di molti autori che, con la loro specifica preparazione, hanno dato ampio respiro contenutistico al libro”.

    “È un testo importante – sottolinea Stefanon, uno dei curatori del volume – sia per la centralità assoluta dei temi trattati, sia per il livello di aggiornamento scientifico. È il primo momento di un percorso che, con Assalzoo, proseguirà attraverso la pubblicazione di un secondo volume che affronterà in maniera specifica la questione della sostenibilità nelle filiere produttive zootecniche”.

    red. 21-01-2018 Tag: Aspaassalzoosostenibilitàmangimizootecnia
Articoli correlati