• Studio: dalla vite australiana possibilità di aumento resa della soia

    Print

    Le nuove varietà sono anche più resistenti alla ruggine

    Soia prezzi

    I geni della vite Glycine tomentella, che cresce in Australia ed è una lontana parente della soia, potrebbero aumentare sensibilmente la resa del legume. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Crop Science dagli scienziati dell'Università dell'Illinois di Urbana (Usa) coordinati da Randall L. Nelson, che afferma: “Abbiamo osservato aumenti del rendimento in misura compresa tra 3,5 e 7 bushel per acro nelle piante di soia ottenuto dall'incrocio con la Glycine tomentella”.

    I ricercatori spiegano che la scoperta è avvenuta per caso: il loro obiettivo era quello d’introdurre i geni della vite australiana nelle piante di soia per renderle più resistenti alla ruggine. Ma dopo esserci riusciti, hanno scoperto che le nuove piantine erano anche in grado di produrre più legumi rispetto a quelle tradizionali.

    “Alcune di queste file sembravano piuttosto buone, per cui abbiamo deciso di fare dei test sulla resa, scoprendo che diversi esemplari producevano molto di più rispetto alla pianta ‘madre’ – spiega il dottor Nelson -. Siamo rimasti molto sorpresi, perché la Glicina tomentella non presenta caratteristiche agronomiche: i semi sono grandi meno di un decimo rispetto a quelli della soia. Non ci saremmo mai aspettati di ottenere piante ad alto rendimento da questo incrocio”.

    Dato che non sono ancora riusciti a capire quale meccanismo sia stato in grado di aumentare il rendimento della soia, gli scienziati hanno annunciato di voler mappare il genoma delle nuove piante, per identificare i geni responsabili di questo beneficio.

    red. 12-04-2018 Tag: soiaricercarendimentoagricoltura
Articoli correlati
  • I vantaggi in numeri delle colture Ogm

    L’impiego degli organismi geneticamente modificati (Ogm) in agricoltura ha generato vantaggi sociali, sanitari, ambientali ed economici. È quanto emerge da due studi pubblicati sulla rivista GM Crops & Food da Graham Brookes e Peter Barfoot, due...

    20-10-2018
  • Igc, in aumento produzione globale di cereali

    Nella stagione 2018-19 la produzione totale di cereali dovrebbe raggiungere i 2.072 miliardi di tonnellate. Si tratta di un valore inferiore rispetto ai 2.095 miliardi di tonnellate raccolti nel periodo 2017-18, ma superiore ai 2.063 miliardi di tonnellate...

    19-10-2018
  • Agricoltura, nel II trimestre 2018 crescono valore aggiunto e occupazione

    Nel secondo trimestre del 2018 il settore agricolo, dopo sei flessioni consecutive del valore aggiunto, registra una ripresa dello 0,3% su base annua. È quanto emerge dal rapporto: “AgrOsserva - La congiuntura della filiera agroalimentare - II...

    17-10-2018
  • Trasformare sistema alimentare per nutrire le persone e salvare il pianeta

    Per nutrire la popolazione mondiale in crescita e per salvaguardare il pianeta occorre trasformare il sistema alimentare, in modo da renderlo più sostenibile. Lo ha affermato José Graziano da Silva, Direttore Generale dell’Organizzazione...

    11-10-2018
  • Assalzoo, una strategia di filiera per rilanciare la produzione del mais italiano

    L'obiettivo di risolvere la crisi che attanaglia il settore maidicolo è condivisa da tutti gli attori del comparto agroalimentare e da uno di questi è arrivato un primo passo concreto in questa direzone. Assalzoo, l'Associazione Nazionale tra i...

    10-10-2018