• Suinetti, dall'olio di cannella benefici per l'intestino

    Print
    Maiale maiali suini %c2%a9alexanderrathsfotolia

    Un olio essenziale in grado di migliorare la funzione intestinale, l'apporto dietetico e la composizione del microbioma dei suinetti appena svezzati. È l'olio di cannella, il supplemento testato da un gruppo di ricercatori internazionale, provenienti dal Wuhan Polytechnic University (Cina), dall'Agriculture and Agri-Food Canada (Canada) e dalla Texas A&M University (Usa). I risultati del loro lavoro sono stati pubblicati su International Journal of Molecular Sciences.  

    L'attenzione della ricerca scientifica sui benefici dei supplementi naturali è cresciuta alla luce della preoccupazione suscitata dall'utilizzo degli antibiotici nel settore zootecnico. Molti Paesi stanno cercando delle alternative a questi farmaci e diversi team di scienziati si sono concentrati sugli estratti naturali e sulle loro proprietà antibatteriche, antivirali e antimicotiche.  

    Uno di questi è la cinnamaldehyde, il composto bioattivo dell'olio di cannella (Oleum cinnamomi) estratto dalle foglie e dalla corteccia di due specie di Cinnamomum, il Cinnamomum burmannii e il Cinnamomum osmophloeum. Questo composto agisce come potente inibitore di batteri, funghi e muffe ed è già stato sperimentato come prodotto analgesico e antifiammatorio. 

    L'obiettivo dei ricercatori era quello di valutare l'effetto di questo supplemento, utilizzato nell'industria alimentare per il suo particolare aroma, sulla funzione intestinale e l'espressione genica dei suini.  

    Lo studio è stato condotto su sedici suinetti dopo lo svezzamento nutriti per 21 giorni con una dieta a base di mais e soia o con la stessa dieta ma con l'aggiunta dell'olio essenziale (50 mg per chilo). Al ventesimo giorno sono stati prelevati dei campioni di sangue, e nel corso della ricerca è stato monitorato il peso dei suini, il consumo di mangimi, e la loro regolarità intestinale. Al termine del trial sono stati analizzati dei campioni di tessuto intestinale. 

    Nei maialini che avevano assunto il supplemento l'apporto quotidiano medio di mangime è risultato maggiore del 13,6%; il numero di eventi diarroici si era ridotto e l'aumento di peso medio nel corso della ricerca era migliore rispetto al gruppo di controllo. Si è visto inoltre che l'ampiezza dei villi intestinali e l'area della loro superficie nel duodeno e nel digiuno erano maggiori e anche il microbioma era stato modulato positivamente, mentre l'espressione genica nel digiuno risultava alterata. Pertanto – concludono i ricercatori – l'olio di cannella potrebbe rappresentare un efficace additivo per mangimi in alternativa agli antibiotici per migliorare la salute intestinale dei suinetti dopo lo svezzamento.

    redazione 07-05-2018 Tag: suiniintestinomangimisuinetti
Articoli correlati
  • Al via consultazione su additivi per mangimi

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha avviato una consultazione pubblica sulla bozza delle “Linee guida per la valutazione della sicurezza per l’ambiente degli additivi per mangimi”. Il documento è stato...

    17-10-2018
  • Il comparto carni in Italia: bilancio del 1° quadrimestre 2018

    La recente disponibilità da parte dell'Istat dei risultati riferiti al 1° quadrimestre 2018 sulle macellazioni a carni bianche e rosse, nonché sul commercio estero di carni e animali vivi, consente di tracciare un primo bilancio parziale e...

    06-10-2018
  • Peste suina, il piano del Ministero

    Per prevenire la diffusione della peste suina africana (Psa) in Italia, il Ministero della Salute ha presentato un piano d’intervento, che ha presentato alle Associazioni di categoria della filiera suinicola. La malattia, che risulta letale per suini e...

    29-09-2018
  • Ifif: il futuro dei settori alimentare e mangimistico al centro del 6° Gffc

    Quali sfide attendono il settore alimentare e il comparto mangimistico nel prossimo futuro? A questa domanda cercherà di rispondere il “6° Global Feed & Food Congress (Gffc)”, che per la prima volta si svolgerà nella regione...

    20-09-2018
  • Osservatorio alimentare, piattaforma web per la corretta informazione della filiera agroalimentare

    L'informazione alimentare ai tempi di internet viaggia veloce ma il 'tranello' delle fake news o bufale è sempre dietro l'angolo; per questo, è fondamentale una corretta comunicazione della filiera agroalimentare che offra un quadro esatto e...

    19-09-2018