Victam
  • Suini, mercato in crescita nel 2018

    Print
    Maiale maiali suini %c2%a9 caspernhdkfotolia

    La costante crescita dell'economia mondiale alimenta la domanda di carne suina in molti Paesi, mentre i prezzi relativamente bassi dei mangimi continuano a garantire i margini dei produttori. Lo evidenzia il rapporto: “Tendenze Suino” pubblicato da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), secondo cui nel 2018 la produzione mondiale di carne di maiale dovrebbe aumentare, grazie soprattutto all'espansione del mercato cinese, cresciuto del 2% rispetto al 2017. Il contributo degli Usa e dell'Unione Europea dovrebbe, invece, avere minore rilievo. Inoltre, l’istituto sottolinea che in seguito a una profonda ristrutturazione del settore, anche la Russia sta aumentando la produzione di carne suina.

    Per quanto riguarda i prezzi dei mangimi, l'aumento dei prezzi di mais e soia in Argentina, dovuti al tempo caldo e secco, ha prodotto effetti trascurabili sui costi di alimentazione. Tuttavia, la contrazione delle importazioni cinesi a causa di una maggiore autosufficienza interna sta producendo ripercussioni negative sul mercato europeo, di cui la Cina rappresenta il primo Paese di destinazione dell'export. Di conseguenza, anche il mercato italiano sta risentendo delle dinamiche internazionali. Durante il 2017, infatti, il settore suinicolo nazionale ha beneficiato della crescita delle esportazioni dell’Unione, che sono state sostenute dalla forte domanda cinese. Quest’ultima, insieme alla riduzione dell'offerta interna, ha determinato un eccezionale aumento delle quotazioni di tutte le tipologie di capi. Il calo dei prezzi dei suini da macello che sta caratterizzando questa prima parte del 2018 conferma, quindi, la forte dipendenza dall'estero del settore e testimonia un riallineamento dei prezzi alle quotazioni del 2016.

    L’export delle carni suine trasformate made in Italy continua però a crescere per quasi tutte le principali categorie di prodotto. L’Ismea precisa che nel 2017 le esportazioni italiane del segmento preparazioni e conserve suine hanno registrato un aumento pari al 3,1% in volume e al 7% in valore rispetto al 2016, che testimonia l’incremento dei valori medi unitari all'export.

    Foto: © caspernhdk - Fotolia

    red. 23-06-2018 Tag: carne suinamaialiIsmeamercatocarneUE
Articoli correlati
  • Brexit: associazioni del comparto agroalimentare spiegano come affrontare il “no deal”

    L’Unione Europea dovrebbe prepararsi ad affrontare lo scenario di una Brexit senza accordi. Lo affermano Copa Cogeca (la confederazione di tutti gli agricoltori e le cooperative agricole in Europa), Celcaa (l'associazione delle organizzazioni europee che...

    13-02-2019
  • Commodities alimentari, a gennaio quotazioni in rialzo

    Il 2019 si è aperto in modo positivo per i mercati delle materie prime alimentari: a gennaio quasi tutti i listini hanno registrato un aumento. Lo comunica l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao), precisando...

    09-02-2019
  • Usa, l'agricoltura fa i conti con le tensioni geopolitiche

    Negli Stati Uniti il comparto agricolo dovrà fare i conti con le tensioni geopolitiche. Lo evidenzia il rapporto: “Forces That Will Shape the U.S. Rural Economy in 2019” pubblicato da CoBank, secondo cui, data la sua dipendenza dalle...

    02-02-2019
  • Accordo Ismea-Enm per il microcredito in ambito agricolo

    Promuovere lo strumento del microcredito agricolo come opportunità di sostegno economico e finanziario alle microimprese. È questo l’obiettivo dell’accordo di collaborazione siglato il 30 gennaio 2019 dall'Ente nazionale per il...

    01-02-2019
  • Polizze agricole, divario tra nord e sud

    Il mercato delle assicurazioni agricole agevolate continua a mostrare un ampio divario tra nord e sud Italia. Lo evidenzia il rapporto: “La gestione del rischio nell'agricoltura del Mezzogiorno”, realizzato dall’Ismea (Istituto di servizi per...

    25-01-2019