Victam
  • I vantaggi in numeri delle colture Ogm

    Print
    Biotecnologia ogm cereali mangimi sicurezza alimentare controlli %c2%a9 alex011973   fotolia

    L’impiego degli organismi geneticamente modificati (Ogm) in agricoltura ha generato vantaggi sociali, sanitari, ambientali ed economici. È quanto emerge da due studi pubblicati sulla rivista GM Crops & Food da Graham Brookes e Peter Barfoot, due ricercatori dell'Isaaa (Servizio internazionale per l’acquisizione delle applicazioni agrobiotecnologiche) e della PG Economics Ltd di Dorchester (Regno Unito), secondo cui in 20 anni le colture biotech avrebbero permesso di ottenere guadagni pari a 186,1 miliardi di dollari.

    La prima indagine evidenzia che nel 2017 l'area globale coltivata con gli Ogm è aumentata del 3%, ossia di 4,7 milioni di ettari. Gli scienziati spiegano che l’incremento è dovuto principalmente alla maggiore redditività derivante dall'aumento dei prezzi delle materie prime, dalla crescita della domanda di mercato a livello nazionale e internazionale, e dalla presenza di nuove tecnologie. In particolare, sottolineano che attualmente i paesi in via di sviluppo rappresentano il 53% dell'area globale coltivata con i semi Gm, e che questa decisione nasce dall’esigenza di migliorare le condizioni economiche e soddisfare il fabbisogno alimentare della popolazione.

    Il secondo studio condotto da PG Economics sottolinea che dal 1996 al 2016 le colture Gm hanno permesso di ottenere guadagni pari a 186,1 miliardi di dollari a circa 17 milioni di agricoltori, molti dei quali sono donne e piccoli agricoltori responsabili del sostentamento delle loro famiglie e comunità. Inoltre, l’indagine ha rilevato che grazie all’impiego degli Ogm sono stati compiuti significativi passi avanti in due campi: la riduzione delle emissioni inquinanti rilasciate dalle attività agricole, e le iniziative volte a mitigare il riscaldamento globale e a favorire l’adattamento ai cambiamenti climatici.

    “Le colture biotech offrono enormi benefici per l'ambiente, la salute degli esseri umani e degli animali, e contribuiscono a migliorare le condizioni socioeconomiche degli agricoltori e della popolazione – spiega Paul S. Teng, Presidente dell'Isaaa -. La recente produzione di colture biotech di nuova generazione, comprese le mele e le patate che non possono guastarsi o danneggiarsi, e l'autorizzazione alla commercializzazione di una canna da zucchero resistente agli insetti, forniscono un'offerta più diversificata ai consumatori e ai produttori alimentari”.

    Foto: © Alex011973 - Fotolia

    red. 20-10-2018 Tag: agricolturaogmcambiamenti climaticisalute umanabenessere animaleambiente
Articoli correlati
  • Fao e Wfp: nel 2018 insicurezza alimentare acuta in 53 paesi

    Nel 2018 circa 113 milioni di persone in 53 paesi hanno sperimentato gravi livelli di “insicurezza alimentare acuta”: l'impossibilità di consumare cibo a sufficienza, che mette le persone e i loro mezzi di sostentamento in immediato pericolo....

    09-04-2019
  • Materie prime agricole, il ruolo delle piogge nell'allocazione delle produzioni

    Entro il 2040 le colture di grano, soia, riso e mais dovranno adattarsi al cambiamento delle condizioni climatiche: le piogge saranno meno frequenti in Europa, Africa, Australia e Sud America, mentre saranno più assidue nelle nazioni settentrionali e in...

    05-04-2019
  • Genome editing, negli Stati Uniti il cibo è già arrivato nei ristoranti

    Negli Stati Uniti un olio prodotto con la soia realizzata con le tecniche di editing genomico viene utilizzato da una società di ristorazione per cucinare e per realizzare salse e condimenti. Calyxt, l’azienda di Minneapolis (Usa) che ha creato...

    28-03-2019
  • Pac 2021/2027, un'opportunità da non perdere

    La Politica Agricola Comune (Pac) è una delle politiche più antiche e importanti dell'Ue. Dalla sua creazione negli anni '60 ha contribuito, oltre a supportare la coesione e lo sviluppo dell’Unione europea, allo sviluppo dell'agricoltura...

    25-03-2019
  • Agroalimentare, stanziati 500 milioni di euro per le filiere italiane

    Stanziati 500 milioni di euro a favore delle filiere agricole e agroalimentari italiane. Lo comunica il Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo (Mipaaft), precisando che i fondi sono destinati a sostenere diverse tipologie di...

    24-03-2019