• I valori di riferimento per la dieta nella nuova pagina interattiva dell'Efsa

    Print
    Cibo %c2%a9gerhardseybertfotolia

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha realizzato una pagina web in cui uno strumento interattivo, chiamato “Drv Finder”, permette ai nutrizionisti e agli altri professionisti della salute di eseguire facilmente rapidi calcoli utilizzando i valori di riferimento per la dieta stabiliti dall'Efsa.

    L’Efsa sottolinea che una dieta equilibrata apporta le adeguate quantità di nutrienti ed energia per garantire salute e benessere. I valori di riferimento per la dieta (Drv) costituiscono l’insieme completo di raccomandazioni e valori nutrizionali di riferimento – come gli apporti di riferimento per la popolazione, il fabbisogno medio, il livello di assunzione adeguato e la soglia inferiore di assunzione.

    Per facilitare il lavoro dei nutrizionisti e degli altri professionisti della salute, l’Efsa ha predisposto uno strumento interattivo che esegue le ricerche per “fasce di popolazione” o per “nutriente”. In questo modo, Drv Finder consente agli utenti di estrarre e associare tra loro le informazioni di cui hanno bisogno dai 32 pareri sui Livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia per la popolazione (Larn) che l'Efsa ha pubblicato negli ultimi anni. I pareri contengono Larn per: acqua, grassi, carboidrati e fibre alimentari, proteine, energia, 14 vitamine e 13 minerali.

    “Gli operatori sanitari e le autorità preposte usano i Larn per aiutare i consumatori a scegliere gli alimenti più salutari – afferma Agnès de Sesmaisons Lecarré, membro dell’Unità di nutrizione umana dell'Efsa - . Ci auguriamo che il nostro Drv Finder sia uno strumento utile per quest’importante attività”.

    Foto: © Gerhard Seybert - Fotolia

    red. 06-12-2018 Tag: EFSAsalutealimentazionenutrienti
Articoli correlati
  • Efsa, la situazione della peste suina

    Il rilevamento precoce, la rimozione rapida delle carcasse degli animali morti a causa della malattia e la caccia intensiva nelle zone colpite dall’infezione potrebbero favorire l’eradicazione della peste suina africana (Psa). È quanto emerge...

    08-12-2018
  • Encefalopatie spongiformi, la situazione nella Comunità europea

    Nel 2017 non sono stati individuati casi di encefalopatia spongiforme bovina (Bse) classica nell’Unione Europea, anche se sono stati segnalati sei casi di Bse atipica. Lo evidenzia il rapporto: “The European Union summary report on surveillance for...

    05-12-2018
  • Diossina, Efsa aggiorna livelli tollerabilità

    L'esposizione alimentare alla diossina e ai Pcb diossina-simili costituisce un problema per la salute. Lo sottolinea l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che ha aggiornato i livelli di tollerabilità dell’assunzione di queste...

    22-11-2018
  • Fao, lotta agli sprechi alimentari per migliorare l'accesso al cibo sano

    Ridurre gli sprechi alimentari potrebbe migliorare l'accesso al cibo nutriente e sano. Lo sostiene il rapporto “Preventing nutrient loss and waste across the food system: Policy actions for high-quality diets”, preparato dal Global Panel on...

    15-11-2018
  • Bovini, come eliminare la dermatite nodulare contagiosa

    Ora che i focolai nell’Europa sud-orientale sono stati contenuti, occorre individuare le strategie più efficaci per eliminare la dermatite nodulare (Lsd) nei bovini. Lo sostiene l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che nel...

    25-10-2018