• Dop e Igp, confermato primato mondiale dell’Italia

    Print

    Patrimonio da 15,2 miliardi di euro

    Rapportoqualivita2018

    Anche nel 2018 l’Italia conserva il primato mondiale per numero di prodotti Dop (Denominazione di origine protetta) Igp (Indicazione geografica protetta) e Stg (Specialità tradizionale garantita). Lo rivela la sedicesima edizione del “Rapporto Qualivita-Ismea 2018”, l'indagine annuale che analizza i più significativi fenomeni socio-economici del comparto food&wine italiano dei prodotti di qualità certificata Dop, Igp e Stg, la cosiddetta #DopEconomy. Nato dall’integrazione delle competenze sviluppate dall’Osservatorio Qualivita e dall’Osservatorio Ismea, e dalla collaborazione con Aicig e Federdoc, dal 2016 il rapporto presenta anche il monitoraggio delle conversazioni digitali mondiali relative alle Indicazioni geografiche effettuato sui canali web e sui social media.

    Con 822 prodotti Dop, Igp, Stg registrati a livello europeo su 3.036 totali nel mondo (dati relativi al 5/12/2018), e con 4 nuovi prodotti registrati nel 2018, l’Italia continua a rafforzare il suo primato mondiale. Inoltre, nel 2018 il comparto delle Ig italiane esprime i risultati più alti di sempre anche sui valori produttivi: per la prima volta supera i 15,2 miliardi di euro di valore alla produzione, contribuendo per il 18% al valore economico complessivo del settore agroalimentare nazionale. Il rapporto evidenzia che il valore del settore agroalimentare italiano è cresciuto del 2,1%, mentre quello del settore delle Dop Igp ha registrato un incremento superiore, pari al 2,6%.

    L’export delle Indicazioni geografiche made in Italy continua a crescere: nel 2018 ha raggiunto 8,8 miliardi di euro, pari al 21% dell’export agroalimentare italiano, riportando un aumento del 4,7%. Salgono anche i consumi interni nella Grande distribuzione organizzata, che registrano incrementi del 6,9% per le vendite Food a peso fisso e del 4,9% per il Vino. Nello specifico, il settore Food sfiora i 7 miliardi di valore alla produzione e 3,5 miliardi all’export, riportando una crescita del 3,5%. Inoltre, raggiunge i 14,7 miliardi al consumo, evidenziano un aumento del 6,4% rispetto al 2016. Il comparto Wine vale 8,3 miliardi alla produzione (+2%) e 5,3 miliardi all’export (su un totale di circa 6 miliardi del settore).

    Il Sistema delle Dop Igp in Italia coinvolge 197.347 operatori. È in grado di garantire la qualità e la sicurezza dei prodotti anche attraverso una rete che conta 275 Consorzi di tutela riconosciuti dal Mipaaft e oltre 10mila interventi effettuati dagli Organismi di controllo pubblici. “I numeri delineano uno scenario chiaro, dietro il quale c’è la qualità delle nostre eccellenze, c’è la passione, il lavoro dei nostri imprenditori- ha dichiarato il Ministro delle Politiche agricole alimentari forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, durante la presentazione del rapporto -. Ci sono storie e tradizioni da preservare e continuare a tramandare. C’è il sistema Italia”.

    redazione 16-12-2018 Tag: rapporto qualivitaagroalimentaremade in ItalyDopigpStgexport
Articoli correlati