Victam
  • Formaggi made in Italy, export registra nuovo record

    Print
    Esportazioni formaggi

    Nel 2018 le esportazioni di formaggi e latticini made in Italy hanno registrato un nuovo record. Nonostante il rallentamento della crescita, le vendite sui mercati esteri hanno raggiunto i 2,8 miliardi di euro. Lo comunica l’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), precisando che dopo l'incremento a due cifre riportato l’anno precedente, l’export dei formaggi italiani è cresciuto ulteriormente, riportando un aumento del 3,7% in valore e dello 0,7% in quantità.

    L’Ismea sottolinea l’incremento delle esportazioni dei latticini freschi, cresciute del 5,4% in valore e dello 0,5% in quantità, del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano (+5,3% in valore e +5,6% in quantità), dei formaggi grattugiati (+7,2% in valore e +5,3% in quantità) e del Gorgonzola (+4,3% in valore e +2,4% in quantità). Nel 2018 sono aumentate le vendite in Francia (+2,2%), Germania (+0,6%) e Regno Unito (+3,0%), mentre sono diminuite le esportazioni negli Stati Uniti (-5% in valore rispetto all'anno precedente). Anche se gli Usa restano il terzo paese di destinazione dei formaggi made in Italy, le vendite nel paese sono scese per la prima volta sotto il 10% in termini di quota di mercato in valore.

    Hanno invece registrato incrementi interessanti le esportazioni in Giappone (+5,2% in valore), Canada (+27%), Svezia (+10%) e Polonia (+10%). Infine, tra i mercati che emergono nonostante le quote ancora esigue, l’export dei formaggi italiani è cresciuto in Cina e Emirati Arabi Uniti (entrambi +12%), Hong Kong (+8%) e Arabia Saudita (+9%).

    Foto: © Ismea

    red. 30-03-2019 Tag: exportformaggiprodotti lattiero-casearimade in ItalyIsmea
Articoli correlati