Victam
  • Stati Uniti, in ritardo semina di mais e altri cereali

    Print

    Colpa delle cattive condizioni meteo

    Copia di agricoltura trattore cereali %c2%a9 hopsalka   fotolia

    Negli Stati Uniti le condizioni meteorologiche avverse avrebbero ritardato la semina del mais e di altri cereali utilizzati nella produzione dei mangimi. Lo evidenzia il rapporto “Crop Progress” pubblicato dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (Usda), secondo cui le piogge e le inondazioni avrebbero costretto gli agricoltori a posticipare la semina e, in alcuni casi, a modificare i propri progetti, inducendoli a optare per colture con tempi di crescita più brevi, come la soia.

    Mais – L’Usda precisa che la semina del mais ha lo stesso ritmo registrato durante la primavera dello scorso anno, ma è rimasta indietro rispetto alla media pluriennale. Quest'anno – come nel 2018 - è stato piantato in media circa il 5% dei semi di mais nei 18 stati che producono il 92% del raccolto. I maggiori progressi sono stati rilevati in Texas, dov’è stato seminato il 57% della coltura. In altri 12 stati, invece, la semina è appena iniziata.

    Grano – La semina del frumento invernale è in ritardo sia rispetto allo scorso anno, sia rispetto alla media pluriennale. Nei 18 stati che forniscono il 90% del raccolto, finora è stato piantato solo il 6% dei semi. In compenso, l’Usda osserva che la qualità del grano invernale quest’anno dovrebbe essere superiore a quella dell’anno scorso: circa il 60% del raccolto è stato valutato come "buono o eccellente", mentre nello stesso periodo del 2018 la percentuale si fermava al 31%. In ritardo anche la semina del grano primaverile, inferiore a quella degli anni precedenti. In particolare, finora è stato piantato il 2% dei semi, mentre l’anno scorso ne era stato piantato circa il 3%.

    Sorgo – L’Usda osserva che la semina dell’orzo prosegue a un ritmo più lento di quello registrato nel 2018 e rispetto alla media pluriennale. Se l'anno scorso era stato piantato circa il 20% dei semi, quest’anno la percentuale si ferma a circa il 19%.

    Avena – La semina dell’avena procede invece a un ritmo leggermente più veloce rispetto all'anno scorso, anche se resta più lento rispetto alla media pluriennale. Finora è stato piantato circa il 40% dei semi, mentre nel 2018 la percentuale si fermava al 30%. Circa il 26% delle piantine ha iniziato a germogliare, un risultato in linea con quanto avvenuto lo scorso anno, ma in ritardo rispetto alla media stagionale.

    Orzo – Anche la superficie coltivata con l’orzo è leggermente superiore rispetto a quella dell'anno scorso, ma il ritmo della semina resta molto indietro rispetto alla media pluriennale. Quest'anno è stato piantato circa l'8% dei semi, mentre la media stagionale si attesta intorno al 19%.

    Foto: © hopsalka - Fotolia

    red. 23-04-2019 Tag: cerealiUSDAseminamaisUsagrano
Articoli correlati
  • Usa: in ripresa semina di mais, soia e altri cereali

    Dopo diverse settimane di maltempo, che hanno ritardato la semina di diverse colture, la fine delle piogge ha consentito agli agricoltori statunitensi di proseguire la coltivazione di mais, soia e altri cereali utilizzati nella produzione dei mangimi. Lo...

    18-06-2019
  • Il ruolo della genomica nella zootecnia del futuro

    La genomica potrebbe svolgere un ruolo fondamentale per lo sviluppo della zootecnia in futuro, aiutando a soddisfare il fabbisogno alimentare di una popolazione globale in continua crescita e, nel contempo, a migliorare il benessere del bestiame. Lo affermano...

    11-06-2019
  • Usa: maltempo ritarda semina di mais, soia e altri cereali

    A causa delle cattive condizioni meteorologiche, negli Stati Uniti la semina del mais, della soia e di altri cereali utilizzati nella produzione dei mangimi presenta un significativo ritardo. Lo rivela il rapporto “Crop Progress” pubblicato dal...

    06-06-2019
  • Produzione mondiale cereali, previsto nuovo record nel 2019

    Nel 2019 la produzione mondiale di cereali dovrebbe toccare un nuovo record, raggiungendo 2.722 milioni di tonnellate, 71 milioni di tonnellate in più rispetto al 2018. È quanto emerge dal rapporto “Fao Cereal supply and demand brief”...

    01-06-2019
  • Cereali, aumenta produzione in Europa

    Nel 2019 la produzione europea di cereali dovrebbe aumentare, fino a raggiungere 301 milioni di tonnellate. Lo comunica Coceral (l'associazione europea dei produttori di cereali, riso, semi oleosi, olio d'oliva e oli), secondo cui il raccolto dovrebbe essere...

    29-05-2019