Victam
  • Grano, a stabilire i prezzi sono la crisi dell'euro e la siccità

    Print
    Prezzo grano

    I prezzi del grano nei paesi dell'Europa occidentale si sono allineati a quelli del mercato statunitense. La causa delle variazioni è attribuibile a un aumento delle paure legate ai problemi di siccità a causa dello stato delle precipitazioni nelle regioni del Mar Nero e dell'Australia. Secondo gli esperti, infatti, le condizioni climatiche mettono in serio pericolo la disponibilità di grano in tutto il mondo.

     

    A ciò è da aggiungere la paura che anche il sistema bancario spagnolo rischi di entrare in crisi a causa del debito. Questo pericolo ha, infatti, rallentato gli acquisti su tutto il mercato, anche se l'indebolimento dell'euro ha in qualche modo favorito le vendite delle sementi prezzate con la moneta comune.

    s.s. 10-06-2012 Tag: granoprezzieuropastati unitisiccitàeuro
Articoli correlati
  • Commodities alimentari, a gennaio quotazioni in rialzo

    Il 2019 si è aperto in modo positivo per i mercati delle materie prime alimentari: a gennaio quasi tutti i listini hanno registrato un aumento. Lo comunica l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao), precisando...

    09-02-2019
  • Mais: prezzi in aumento, ma possibili influenze da politiche commerciali internazionali

    Negli ultimi mesi i prezzi del mais sono saliti, ma potrebbero subire un brusco calo a causa di eventuali turbolenze commerciali. Lo evidenzia un articolo pubblicato su World Grain, secondo cui le quotazioni del cereale potrebbero essere significativamente...

    23-01-2019
  • Materie prime, tensioni geopolitiche condizionano il mercato

    La tregua sancita tra Stati Uniti e Cina nella cosiddetta “guerra dei dazi” sta influenzando positivamente i mercati. Lo evidenzia il rapporto “World Agricultural Supply and Demand Estimates” di dicembre pubblicato dal Dipartimento...

    09-01-2019
  • Unione Europea, in calo produzione totale di cereali

    Nel 2018 la produzione europea di cereali dovrebbe attestarsi a 281,7 milioni di tonnellate. Secondo Coceral (l'associazione europea dei produttori di cereali, riso, semi oleosi, olio d'oliva e oli), dovrebbe quindi essere inferiore alle aspettative: nelle...

    13-12-2018
  • A novembre salgono prezzi della soia, scendono quelli del mais

    Rispetto allo scorso anno, le quotazioni della granella nazionale di mais sono aumentate dell'1%: la campagna di commercializzazione 2017/18 si è chiusa al prezzo medio di 178,04 euro/t. È quanto emerge dal rapporto: “Mais e Soia: tendenze e...

    01-12-2018