• Mais, con il trifoglio rosso per rese maggiorate del 10%

    Print

    Viene seminato in primavera, quando i campi sono incolti

    Mais gm

    Alternare la semina di mais con altre sementi o con il trifoglio rosso, che secondo uno studio olandese è in grado di aumentarne le rese fino al 10%: potrebbero essere queste due strategie a evitare che anche negli Stati Uniti, come già accaduto in molti altri Paesi, le piante di mais impoveriscano di anno in anno, fino a renderlo sterile, il terreno nel quale vengono coltivate, e mantenere così in piedi questo settore dell’agricoltura che rappresenta un enorme giro d’affari – nei soli Stati Uniti il mais è responsabile di 63 miliardi di dollari di fatturato annuale.

     

    Utilizzato come ingrediente in molti alimenti trasformati, come foraggio per animali e per produrre etanolo combustibile (circa un terzo di tutto il mais statunitense è utilizzato con questo ultimo scopo), il mais ha conosciuto una crescita annua del 4,2% tra il 2009 e il 2014 – crescita che, secondo le stime, non dovrebbe arrestarsi. Per ridurre al minimo l'erosione del suolo alcuni agricoltori hanno già attuato la tecnica di alternare la coltivazione del mais con quella della soia. Dal momento che, però, il mais è più redditizio, sono sempre di più gli imprenditori agricoli che scelgono di continuarlo a piantare di anno in anno senza alternarlo ad altre sementi. Il rischio di questo comportamento, spiegano gli esperti, è che senza rotazione il raccolto diventa più vulnerabile alle malattie e agli agenti patogeni che si accumulano nel suolo e, al contempo, il terreno diventa gradualmente sempre meno fertile.

     

    Una soluzione potrebbe arrivare proprio dal trifoglio rosso: se, infatti, alternare la coltivazione del mais a quella di un’altra coltura significa sacrificare un’intera stagione di crescita del mais e aspettare l’anno successivo per poterlo piantare nuovamente, con il trifoglio rosso tutto questo non accade: questa pianta, infatti, cresce in primavera, quando i campi coltivati a mais vengono generalmente lasciati incolti. Il trifoglio rosso ha la caratteristica di coprire e arricchire il terreno, ed è più resistente alla siccità della sola erba. Uno studio olandese condotto dal Louis Bolk Institute ha dimostrato che alternare le coltivazioni di mais a quelle di trifoglio rosso aumenta la produzione di mais di circa il 10%.

    m.c. 28-04-2014 Tag: maisseminaraccoltofertilità terreno
Articoli correlati
  • Stati Uniti, la maturazione del mais è rallentata

    L’ultimo report del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti dello scorso 8 luglio ha aggiornato le fasi di sviluppo delle colture foraggere. Se la semina del mais è terminata, la coltura subisce ancora gli effetti di una stagione...

    17-07-2019
  • Ricerca, combinazione di ginseng e sorgo rende più efficiente alimentazione avicola

    L’aggiunta del ginseng brasiliano nei mangimi a base di sorgo potrebbe rendere più efficienti gli alimenti per pollame e prolungare il periodo di conservazione delle uova. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Livestock Science dagli...

    16-07-2019
  • Usa, aumentano coltivazioni di mais. In calo quelle di soia e grano

    Nel 2019 i terreni destinati alla coltivazione del mais negli Usa dovrebbero aumentare del 2,9% rispetto al 2018, fino a raggiungere la superficie di 91.700.000 di acri. Lo evidenzia il rapporto “Acreage” pubblicato lo scorso 28 giugno dal...

    10-07-2019
  • Stati Uniti, in ritardo semina e sviluppo delle colture

    Negli Stati Uniti la semina e lo sviluppo di diverse colture impiegate nella produzione di mangimi - come mais, soia, frumento e sorgo - procedono a rilento. Lo rivela il rapporto: “Crop Progress” pubblicato il 17 giugno dal Dipartimento...

    26-06-2019
  • Usa, in calo produzione di mais. Stabile quella della soia

    Negli Stati Uniti il maltempo ha rallentato la semina di mais e soia, ma ha provocato il calo della produzione soltanto nel caso del cereale. Il raccolto del legume, invece, non dovrebbe aver risentito del ritardo. Lo evidenzia il rapporto “World...

    25-06-2019