Home Attualità Vaccini veterinari, dalla Fao un libro per aiutarne l’utilizzo

Vaccini veterinari, dalla Fao un libro per aiutarne l’utilizzo

320
0

I vaccini veterinari e l’immunizzazione proteggono non solo gli animali ma anche la salute pubblica. Lo afferma il direttore generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), QU Dongyu, parlando al lancio virtuale di una nuova pubblicazione guidata dalla FAO dal titolo “Vaccini veterinari: principi e applicazioni”.

Questo libro fa parte dell’assistenza continua che la FAO fornisce ai suoi membri per accelerare e potenziare il loro lavoro contro le malattie degli animali”, ha detto il direttore generale, sottolineando che è anche “una tappa importante” sfruttare il potenziale dei vaccini per la prevenzione della trasmissione di malattie dagli animali all’uomo, sia da animali domestici che da fauna selvatica.

Il direttore generale ha anche sottolineato la necessità di aumentare l’approccio One Health – One Planet per affrontare le malattie da tutti i fronti, data la relazione interconnessa tra la salute delle persone, degli animali, delle piante e dell’ambiente.

L’obiettivo rimane quello di raggiungere i Quattro Migliori: Migliore Produzione, Migliore Nutrizione, Un Ambiente Migliore e una Vita Migliore; aggiungendo che “la produzione animale sostenibile, la salute e la vaccinazione del bestiame sono essenziali per il loro raggiungimento”.

Il direttore generale ha fornito alcune informazioni su come i vaccini aiutano ad aumentare la produzione di bestiame in modo efficiente in termini di costi, con un impatto economico positivo sulle famiglie rurali dipendenti dal bestiame. Ha affermato che è fondamentale sfruttare i vantaggi dei moderni progressi tecnologici e garantire l’accesso a vaccini veterinari di buona qualità per tutti gli agricoltori, evidenziando i progressi scientifici raggiunti nei settori dell’immunologia, della microbiologia e della genomica negli ultimi decenni.

L’esempio più recente di campagna di vaccinazione del bestiame di successo è stata l’eradicazione della peste bovina nel 2011, segnando un evento significativo nella medicina veterinaria.

“Vaccini veterinari: principi e applicazioni”, i contenuti del libro

“Il libro sarà una risorsa preziosa per un vasto pubblico”, ha affermato il direttore generale. Ciò include le autorità governative, i responsabili delle decisioni, i veterinari sul campo, gli allevatori di bestiame, la comunità scientifica, i produttori di vaccini, gli studenti di veterinaria e gli investitori. Per massimizzare il suo impatto, ha sottolineato l’importanza di creare politiche abilitanti e organizzare consultazioni con tutte le parti interessate per raggiungere un consenso e far funzionare le campagne di vaccinazione del bestiame sul campo.

Attraverso il contributo di quasi 100 esperti di spicco di tutto il mondo, che coprono 51 istituzioni accademiche, i settori pubblico e privato, nonché organizzazioni regionali e internazionali, nel libro sono contenute informazioni tecniche e pratiche e una guida sui vaccini veterinari. Si esaminano i principi della vaccinologia, la risposta immunitaria, le strategie di vaccinazione, nonché le applicazioni e il monitoraggio. Infine, non mancano informazioni sullo sviluppo di vaccini di nuova generazione nonché nuovi approcci per il loro sviluppo e produzione. Sono inclusi anche un esame completo dei vaccini contro malattie animali e zoonotiche selezionate ad alto impatto e una panoramica delle riserve strategiche di vaccini e delle banche.

Foto: fonte Pixabay