Home Attualità Mangimi per una produzione sostenibile. Le raccomandazioni del presidente IFIF

Mangimi per una produzione sostenibile. Le raccomandazioni del presidente IFIF

102
0
bovini

“L’alimentazione animale, attraverso l’innovazione e l’efficienza, è ed è stata una parte essenziale della soluzione per rendere più sostenibile la catena di produzione zootecnica”. A ribadirlo è il presidente dell’IFIF, Daniel Bercovici, durante il panel di apertura del “Simposio internazionale sulla produzione e la salute animale sostenibile della FAO/AIEA – Stato attuale e prospettive”.

Il Simposio mirava ad attingere alle migliori pratiche per potenziare una produzione sostenibile e al contempo salvaguardare la salute delle persone e dell’ambiente. Il simposio ha condiviso le conoscenze sulle nuove tecnologie e la loro applicazione per supportare i sistemi di produzione zootecnica sostenibili. L’evento virtuale ha attirato oltre 2000 esperti e partecipanti da più di 150 Paesi.

“Oggi è più evidente che in qualsiasi altro momento che la cura che diamo al bestiame e agli animali con cui viviamo ha un impatto diretto su ognuno di noi”, ha affermato Najat Mokhtar, vicedirettore generale dell’AIEA e capo del Dipartimento di Scienze e Applicazioni Nucleari. Il panel di apertura di alto livello è stato moderato da Gerrit Viljoen, capo della sezione Produzione e salute animale dell’AIEA. Viljoen ha spiegato come “man mano che le società si sviluppano, cresce anche la loro domanda di prodotti animali”.

La FAO prevede che la produzione mondiale di carne raddoppierà entro il 2050. La maggior parte arriverà dai Paesi in via di sviluppo. Così soddisfare questa domanda in modo sostenibile, morale e sicuro richiederà innovazione e nuove tecnologie. Guardando al quadro generale, la produzione di bestiame occupa più di 1 miliardo di persone in tutto il mondo. Gli alimenti di origine animale forniscono il 18% delle calorie globali e il 39% dell’assunzione di proteine ​​all’uomo attraverso prodotti alimentari nutrienti

Le raccomandazioni del presidente IFIF

Bercovici ha spiegato ai delegati che “IFIF lavora per promuovere sistemi di produzione animale sostenibili. L’alimentazione animale è una parte essenziale della soluzione per rendere la catena di produzione zootecnica più sostenibile e IFIF si impegna a sostenere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, tra cui “Fame zero”, “Buona salute e benessere”, “Consumo e produzione responsabili” e “Clima”.

Il presidente dell’IFIF ha invitato “le parti interessate a sostenere la trasformazione innovativa del settore della nutrizione animale, il dialogo tra i regolatori del settore e gli accademici per accelerare le nuove tecnologie. Si tratta di lavorare insieme a tutte le parti interessate nella catena alimentare e dei mangimi, compresi i governi”.

“Finalmente anche la sicurezza dei mangimi è fondamentale”, ha aggiunto Bercovici. “Il settore dei mangimi – ha spiegato – è costantemente alla ricerca di un elevato livello di sicurezza per ridurre al minimo l’esposizione degli animali a microbi, sostanze chimiche e altri contaminanti che potrebbero entrare nella catena alimentare attraverso il cibo. IFIF ha un programma di formazione globale sulla sicurezza dei mangimi per supportare lo sviluppo delle capacità nei Paesi a basso reddito”.

Foto: Pixabay