Home Attualità FEFAC incoraggia la “One Nutrition” e la ricerca sull’economia circolare per i...

FEFAC incoraggia la “One Nutrition” e la ricerca sull’economia circolare per i mangimi

243
0

Economia circolare anche per la produzione di mangimi. Se ne è parlato a Davos nella sessione sui “Sistemi misti di colture/allevamento: forniscono sistemi alimentari più resilienti?”. Lo scopo della sessione era esaminare da vicino le interazioni tra la produzione agricola e quella zootecnica. In particolare riflettere su come ridurre al minimo la competizione tra mangimi e alimenti. Inoltre, identificare anche i nuovi metodi di misurazione che verranno utilizzate nell’alimentazione degli animali, tenendo conto dell’agricoltura circolare.

Economia circolare e “One Nutrition”

Al centro del dibattito il concetto di “One Nutrition”, ovvero guardare alla nutrizione di tutti gli organismi viventi non solo in termini di competizione, ma anche di sinergie e complementarità che contribuiscono a ottimizzare i nutrienti allocazione.

Secondo la FEFAC, la sfida fondamentale per l’industria dei mangimi sarà contribuire a nutrire il mondo in modo responsabile. Ed è quello che l’industria dei mangimi sta facendo creando più proteine ​​digeribili per l’uomo di quante ne stia utilizzando.

Le nuove metriche

I relatori della FAO e dell’INRA hanno presentato il proprio approccio e i metodi di misurazione innovativi. Ad esempio “kg di proteine ​​commestibili usate come mangime/kg di proteine ​​animali”, mostrando che per tutte le specie animali è possibile raggiungere un rapporto “kg di proteine ​​commestibili/kg di proteine ​​animali” inferiore a 1.0.

Teagasc, l’autorità semistatale irlandese responsabile di ricerca e sviluppo nel settore agroalimentare, ha introdotto anche il Land Use Ratio (LUR). Si tratta di un modo per confrontare i sistemi di produzione e ottimizzare l’uso del suolo, compreso l’uso del suolo per pascoli permanenti vs colture. Tutte queste metriche dipendono in gran parte dall’approccio seguito per la caratterizzazione dei diversi tipi di materie prime per mangimi e la misura in cui sono un fattore di concorrenza tra alimenti e mangimi, in particolare colture commestibili e non commestibili, destinazione e valore economico dei coprodotti, ecc.

La FEFAC ha invitato gli scienziati a coordinarsi ulteriormente sulle metodiche affrontate. La prossima occasione sarà il seminario ATF del 18 novembre 2021.

Foto: Pixabay