Home Attualità Agricoltura e acquacoltura, da Ue ok ad aiuti di Stato per 1,2...

Agricoltura e acquacoltura, da Ue ok ad aiuti di Stato per 1,2 miliardi di euro

206
0

Via libera da parte della Commissione europea al pacchetto di aiuti da 1,2 miliardi di euro per l’agricoltura, la pesca e l’acquacoltura, la silvicoltura e tutti i settori correlati, come gli agriturismi o il catering. Per l’organo esecutivo dell’Unione si tratta di aiuti di Stato che possono essere concessi come misura straordinaria per far fronte agli effetti della pandemia di CoVid-19 sull’economia. 

“La misura è giustificata dalla crisi senza precedenti che i settori agricolo, della silvicoltura, della pesca e acquacoltura stanno attraversando per la chiusura di molti segmenti di mercato, per i forti disagi sul fronte delle esportazioni e anche per la riduzione dei lavoratori e delle maggiori difficoltà logistiche”, si legge nell’atto firmato dalla Commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager.

Per la Commissione si tratta dunque di una misura necessaria, opportuna e proporzionata per porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di un Paese membro, secondo quanto dispone il Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (art. 107 par. 3 lett. b) e in linea con le condizioni del quadro temporaneo di aiuti di Stato in vigore fino al 31 dicembre.

Questi 1,2 miliardi di euro saranno messi a disposizione delle imprese di qualsiasi dimensione nei settori indicati, un migliaio secondo le previsioni. Prenderanno la forma di sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili, agevolazioni fiscali, riduzioni o cancellazioni del pagamento dei contributi sociali e previdenziali, cancellazione di debiti e altre agevolazioni di pagamento. Sono escluse solo le imprese (tranne le piccole e microimprese) che erano già in difficoltà al 31 dicembre dello scorso anno. 

L’obiettivo dell’intervento statale è fornire liquidità alle aziende. Gli aiuti non potranno superare i 100 mila euro a impresa del settore primario, i 120 mila per quelle del settore pesca/acquacoltura e gli 800 mila per le imprese di tutti gli altri settori.

Nei mesi scorsi l’Italia ha già beneficiato della possibilità di adottare misure a sostegno dell’economia gravata dalle conseguenze della pandemia, qualificabili come aiuti di Stato.

Foto: Pixabay