Home Attualità ‘Feed Chats’, FEFAC ha lanciato il talk online sul mondo dei mangimi

‘Feed Chats’, FEFAC ha lanciato il talk online sul mondo dei mangimi

190
0
Feed Chats

Contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra nel settore zootecnico: è stato il tema al centro del webinar organizzato da FEFAC e AFIA per discutere sul ruolo dell’industria dei mangimi. Il webinar dello scorso 19 ottobre è stato il primo incontro online della serie “Feed chats” (Conversazioni sui mangimi) organizzato da FEFAC.

Il talk online è stato inaugurato con la presenza di Nick Major, Direttore degli affari aziendali ForFarmers e Presidente GFLI, ospite per il primo episodio. A moderare l’incontro Anton van den Brink, Senior Policy & Communications Manager presso FEFAC.

Feed Chats e il commento di Nick Major

Alla domanda sul perché FEFAC e AFIA hanno ospitato questo evento il 19 ottobre, Major ha risposto che siamo a un punto cruciale con il vertice sui sistemi alimentari delle Nazioni Unite e la COP26 in arrivo a ottobre/novembre e i negoziati in corso Farm to Fork. Il settore dell’allevamento rimarrà sotto esame per garantire il suo obiettivo di raggiungere la neutralità del carbonio.

Durante l’incontro si è parlato anche del ruolo dell’industria dei mangimi nella riduzione delle emissioni, tema centrale del futuro webinar. Per Nick Major “l’industria dei mangimi è parte della soluzione e non il problema. Dobbiamo dimostrarlo ai nostri principali stakeholder mostrando le iniziative e i kit di strumenti che abbiamo sviluppato nel corso degli anni compreso il database GFLI e l’impronta ambientale del prodotto (PEF)”.

Major ha commentato ciò che i produttori di mangimi composti possono fare sotto il proprio controllo per avere un impatto sulla riduzione dell’impronta ambientale. Ha enfatizzato l’uso dell’energia in termini di manifatturiero e produzione insieme al carburante per fornire il mangime agli agricoltori. Ha anche detto di “iniziare con ciò che si può controllare” e di “dare un’occhiata da dove provengono le materie prime e quale contributo danno all’impronta di carbonio”.

La dichiarazione finale della sessione di Major è quella di utilizzare questo webinar di ottobre per mostrare cosa è possibile fare in termini di innovazione. Per il direttore di ForFarmers non si deve sempre ridurre il dibattito a un minor consumo di carne o a un numero ridotto di capi di bestiame.

Foto: © Fefac