Home Economia Produzione cereali, soia record ma aumenta anche riso e grano

Produzione cereali, soia record ma aumenta anche riso e grano

734
0
cereali

Le prospettive per la produzione mondiale totale di frumento e cereali secondari nel 2021/22 sono meno di 3 milioni di tonnellate mese su mese. A rivelarlo è il IGC – International Grains Council in un report pubblicato lo scorso 18 novembre. Nella statistica sarebbero inclusi i tagli a grano e orzo, principalmente per Iran e Algeria, ma comprenderebbe anche un aumento del mais dagli USA.

Il dato relativo ai consumi viene ridotto di 2 milioni di tonnellate, poiché i declassamenti per alimenti e mangimi sono solo in parte compensati da un aumento per usi industriali. Tenendo conto delle scorte di apertura superiori alle stime precedenti, le previsioni per le scorte di fine 2021/22 sono invariate m/m (mese su mese), a 600m, solo una piccola contrazione a/a (anno su anno). Poiché gli aumenti di m/m per le spedizioni di grano e orzo sono bilanciati da una riduzione per il mais, il commercio mondiale (luglio/giugno) è ancora posizionato a 421 milioni di tonnellate.

Soia

Con le prospettive migliorate per il Brasile e la regione del Mar Nero che compensano il calo del dato del raccolto degli Stati Uniti, le previsioni del Consiglio per la produzione di soia 2021/22 si mantengono al record di 380 milioni di tonnellate  (+4% a/a). I consumi vengono leggermente ridimensionati ma, a causa di una stima inferiore per i carry-in, le scorte si vedono poco variate m/m, a 60m t (+11%). Includendo una cifra ridotta per le consegne in Cina, la domanda globale di importazioni è prevista leggermente inferiore a prima: 168 milioni di tonnellate (+5%).

Riso

Le previsioni del Consiglio per il commercio globale di riso nel 2021 sono leggermente superiori m/m a 48,3 milioni di tonnellate a causa di una domanda più forte del previsto da parte degli acquirenti in Asia. Mentre la produzione mondiale 2021/22 è prevista in lieve cambiamento m/m, con un picco di 513 milioni di tonnellate (+1% a/a). Le scorte di fine stagione sono aumentate rispetto a prima, a 184 milioni (+3 milioni a/a), in una revisione al rialzo per l’India. Le prospettive per la domanda globale di importazioni nel 2022 sono mantenute e sarebbero stabili a/a.

Grano e granaglie

Si prevede che la produzione mondiale totale di grano e granaglie nel 2021/22 aumenterà di 76 milioni di tonnellate a/a, raggiungendo un record di 2.287 milioni, compresi nuovi picchi per mais e frumento. Guidato da un maggiore uso alimentare e industriale del mais (entrambi a livelli record) e da un maggiore uso alimentare del grano (anch’esso un record), si prevede che il consumo di cereali crescerà del 3%. Le azioni mondiali sono scese al minimo da sei anni: 600 milioni di tonnellate (-2 milioni a/a). Mentre si prevede che il riporto globale di grano sarà solo leggermente al di sotto del massimo storico dell’anno precedente, le scorte di grano nei principali esportatori potrebbero essere ai minimi da nove anni. Il commercio (luglio/giugno) è inferiore dell’1% a/a, comprese le maggiori spedizioni di grano e sorgo, ma cala per mais, orzo e avena.

L’indice IGC Grains and Oilseeds (GOI) è aumentato dell’1% m/m, poiché i prezzi più deboli di soia e riso sono stati compensati da guadagni netti per grano, mais e orzo.

Foto: ©Dusan Kostic_Fotolia