Home Economia Rapporto WASDE: inizio 2022 cautamente rialzista sulle agro-commodities

Rapporto WASDE: inizio 2022 cautamente rialzista sulle agro-commodities

26
0
grano

I mercati hanno avuto una reazione mista al rapporto di gennaio sulle stime della domanda e dell’offerta agricola mondiale pubblicato dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (WASDE). Lo rende noto il portale FeedNavigatore.com.

Inizialmente, in calo dopo la pubblicazione del rapporto dell’USDA, si sono ripresi rapidamente. Nel complesso, si tratta di un WASDE leggermente ribassista per mais e grano con un approccio cauto alla produzione sudamericana. “Tuttavia – afferma la società CRM Agri – i tagli alle stime sulla produzione di soia, a nostro avviso, rappresentano un rapporto rialzista di un USDA normalmente conservatore”.

Grano​

Le modifiche all’offerta e alla domanda globale di grano sono state piuttosto minime nelle prospettive dell’USDA.

Mais

Le modifiche all’offerta e alla domanda di mais sono state per lo più ribassiste con un allentamento dell’offerta statunitense e un approccio cauto alla produzione di mais sudamericana. Le stime sulla produzione statunitense sono state aumentate da 382,59 Mt a 383,94 Mt, insieme a una riduzione delle proiezioni sulle esportazioni.

Le scorte finali sono state aumentate da 37,94 Mt a 39,11 Mt. Le stime cinesi sono rimaste invariate, con le proiezioni sulle importazioni mantenute a 26 milioni di tonnellate, ma con le stime sulla produzione di mais ucraina aumentate a 42 milioni di tonnellate, in aumento di 2 milioni rispetto a dicembre, riducendo l’onere sulle forniture statunitensi.

Le modifiche alle stime di produzione sudamericane sono state limitate. Le stime per l’Argentina sono a 54 milioni di tonnellate in calo di soli 0,5 milioni di tonnellate rispetto a dicembre. In Brasile, le stime di produzione sono state ridotte a 115 Mt, in calo rispetto ai 118 Mt di dicembre, al di sotto delle previsioni di CONAB di 112,9 Mt. Ulteriori tagli potrebbero arrivare il mese prossimo.

Soia

Gli aggiustamenti della soia sono stati più decisi rispetto al mais, con tagli più profondi alle stime della produzione sudamericana. Nel complesso, l’offerta statunitense è leggermente diminuita nel WASDE di gennaio. Le stime di produzione sono state leggermente aumentate a 120,71 Mt rispetto ai 120,43 Mt di dicembre.

Con le proiezioni sulle esportazioni invariate, le scorte finali sono state leggermente aumentate. In Argentina, le stime di produzione sono state abbassate a 46,5 Mt, in calo rispetto ai 49,5 Mt di dicembre. In Brasile sono state ridotte a 139 Mt, in calo di 5 Mt rispetto a dicembre. L’USDA ha tagliato ulteriormente le stime di produzione per il Brasile rispetto a CONAB, stimandole a 140,5Mt.

Foto: ©mozZz_Fotolia