Home Attualità Trasporto animali, Copa Cogeca: requisiti specifici per specie basati sulla scienza

Trasporto animali, Copa Cogeca: requisiti specifici per specie basati sulla scienza

304
0
trasporto

Dopo il voto al Parlamento europeo sulla raccomandazione per la revisione della legislazione sul trasporto degli animali, il Copa e la Cogeca fanno eco al Commissario Kyriakides nel sottolineare che qualsiasi revisione della legislazione deve proteggere gli animali, essere sostenuta dalla scienza e diventare più facile da attuare. Ciò, secondo l’organizzazione, è particolarmente importante per gli agricoltori e le cooperative dell’UE a causa del potenziale impatto socioeconomico.

La posizione di Copa e Cogeca

Il trasporto di animali vivi è una parte necessaria della produzione e distribuzione nella zootecnia. Svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento della forza economica e della vitalità sociale dei territori, con le principali aree di produzione in molti casi situate in aree in via di spopolamento nell’UE-27. Clima, ambiente e tradizione hanno portato allo sviluppo di diversi modelli di produzione in ciascuna regione. Pertanto, il trasporto di animali è necessario in quanto consente loro di essere complementari e quindi più sostenibili ed efficienti.

A oggi sono disponibili molti nuovi miglioramenti tecnologici per diverse forme di trasporto che migliorano la qualità, la conformità e il benessere degli animali durante il viaggio. Il Copa e la Cogeca sostengono il principio dei tempi di trasporto su misura per specie, basato sul principio del “meno possibile, quanto necessario” per garantire la competitività e un’adeguata bilancia commerciale degli animali all’interno e all’esterno dell’UE. L’esperienza pratica e la ricerca scientifica hanno dimostrato che le priorità principali dovrebbero essere la qualità del trasporto e l’idoneità a viaggiare, piuttosto che la distanza o i tempi. La qualità dell’ambiente nei veicoli per il trasporto di animali è molto importante per il benessere degli animali.

Copa Cogeca: trasportare solo gli animali idonei

Il trasporto di animali deve tenere conto dei consigli veterinari specifici per specie e – sottolineano le due organizzazioni – insistiamo sul fatto che questi consigli dovrebbero sempre essere basati sulle migliori conoscenze scientifiche disponibili per ciascuna specie. Il Copa e la Cogeca concordano pienamente sul fatto che dovrebbero essere trasportati solo animali idonei.

Inoltre, se un animale si ammala o si ferisce, dovrebbe essere curato il prima possibile. Gli allevatori sosterranno sempre che il trasportatore scelga la via più breve possibile per arrivare nel luogo di destinazione dei loro animali. Requisiti aggiuntivi, soprattutto se solo di natura burocratica, non miglioreranno la situazione, ma avranno un grande impatto sull’agricoltura su piccola scala e sull’autosufficienza in determinate regioni.

Miguel Angel Higuera, presidente del gruppo di lavoro sul benessere degli animali del Copa e della Cogeca ha sottolineato: “Quando si discute della limitazione o addirittura del divieto di trasporto di determinate categorie di animali, ad esempio animali non svezzati o in gestazione, non possiamo sostenere che un’età o un tempo specifici per il trasporto siano fissati prima che sia disponibile un approfondito impatto scientifico e socioeconomico”.

“Se la Commissione europea accogliesse le proposte di questa Raccomandazione per la revisione della legislazione sul benessere degli animali nei prossimi mesi, – prosegue Higuera – la incoraggeremmo anche a tenere conto delle nostre preoccupazioni e proposte per rendere possibile la valutazione più solida, poiché questo problema è di grande importanza per gli agricoltori e le cooperative. In questo contesto, la Commissione dovrebbe chiedere all’EFSA di esaminare gli adeguamenti su base scientifica come un modo per migliorare la qualità dei trasporti, piuttosto che concentrarsi solo sulla riduzione della lunghezza del viaggio”.

Foto: Pixabay