Home Attualità Additivi per mangimi, EFSA apre il bando per aggiornare la letteratura scientifica

Additivi per mangimi, EFSA apre il bando per aggiornare la letteratura scientifica

440
0
mangimi

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) cerca revisori della letteratura scientifica per aggiornare le informazioni sugli additivi per mangimi aventi un effetto diretto favorevole sull’ambiente. Sul sito dell’autorità europea è stato pubblicato il bando rivolto sia alle organizzazioni sia ai singoli.

Il regolamento (CE) n. 1831/2003 stabilisce gruppi di additivi con effetti benefici sull’ambiente e stabilizzanti delle condizioni fisiologiche. Al fine di fornire una guida sulla valutazione dell’efficacia di entrambi i tipi di additivi per mangimi, sono necessarie ulteriori informazioni sulle possibili sostanze candidate, sulla loro modalità d’azione e sui punti finali validi per la valutazione della loro efficacia. A tale scopo, verrà eseguita una revisione della letteratura per raccogliere le informazioni scientifiche aggiornate disponibili.

Obiettivi:

    Lotto 1: identificare sostanze, microrganismi o prodotti candidati a diventare additivi per mangimi con un effetto favorevole diretto sull’ambiente; raccogliere dati sul loro modo di agire; effetti osservati e endpoint valutati relativi all’efficacia.

    Lotto 2: identificare le sostanze, i microrganismi o i prodotti candidati a diventare additivi per mangimi con effetto stabilizzante delle condizioni fisiologiche; raccogliere dati sul loro modo di agire; effetti osservati e endpoint valutati relativi all’efficacia.

Criteri di selezione – capacità tecnica e professionale:

Per fornire il servizio si ritiene che sia necessaria esperienza in revisioni sistematiche della letteratura, chimica/biochimica, nutrizione animale, fisiologia animale, immunologia, benessere animale, scienze ambientali. Ulteriori criteri di selezione saranno definiti per ciascun lotto nel capitolato d’oneri.

Chi è interessato a questa procedura può inviare una e-mail entro il 25 febbraio a efsaprocurement@efsa.europa.eu citando il riferimento della procedura e specificando il nome proprio o dell’organizzazione e l’indirizzo e se si fa domanda in qualità di persona fisica o come ente/società privata.

Foto: ©EwaStudio_Fotolia