Home Attualità Fieragricola punta su innovazione, digitale e agroenergie. La sfida della sostenibilità passa...

Fieragricola punta su innovazione, digitale e agroenergie. La sfida della sostenibilità passa da multifunzione e agricoltura smart

425
0

Verso la 115ª edizione della rassegna internazionale di agricoltura di Verona (2-5 marzo 2022)

La 115ª edizione di Fieragricola, rassegna internazionale dedicata all’agricoltura, in programma a Veronafiere dal 2 al 5 marzo 2022, raccoglie la sfida della sostenibilità e rilancia con due aree specifiche ad alto tasso di innovazione: il salone dell’agricoltura digitale e il salone delle agroenergie, ampliando così un’offerta espositiva che rende la rassegna internazionale di Veronafiere ancora più trasversale e in linea con gli obiettivi di transizione ecologica, riduzione degli sprechi e delle emissioni ambientali, food security e food safety.

Le aree tematiche di Fieragricola 2022 andranno dunque oltre lo schema consolidato, che vede insieme nel quartiere fieristico veronese meccanizzazione agricola, zootecnia, produzioni ad alto valore aggiunto come vigneto e frutteto, agrofarmaci, fertilizzanti, sementi e servizi per il settore primario, per spaziare verso le nuove frontiere dell’agricoltura, che richiedono innanzitutto un nuovo paradigma di natura culturale, come hanno chiarito le politiche mondiali sul clima, il Green Deal europeo, la riforma della Politica agricola comune (Pac) 2021-2027, che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2023.

L’agricoltura digitale. Dai droni alla sensoristica, dalle soluzioni IoT ai sistemi per la mappatura dei terreni e delle colture, dagli strumenti per l’inter-connessione dei macchinari e dei mezzi agricoli fino ai software gestionali, le opportunità per l’agricoltura sono in costante evoluzione, con il comparto che vale circa 540 milioni di euro in Italia (dato 2020, +20% sul 2019) e oltre 13,7 miliardi di dollari a livello mondiale. Fieragricola, accanto all’offerta espositiva, cercherà di orientare i visitatori (agricoltori, contoterzisti, agrotecnici, periti agrari, agronomi, veterinari) nella scelta delle soluzioni più idonee per i diversi modelli produttivi, anche attraverso incontri, convegni e approfondimenti rivolti alla formazione degli utenti. Il salone è organizzato in collaborazione con Image Line, leader nell’innovazione digitale in agricoltura.

Le energie rinnovabili in agricoltura. La 115ª edizione di Fieragricola accende i riflettori anche sulle energie da fonti rinnovabili agricole, strumento sempre più corollario essenziale all’attività primaria sia come fonte di reddito multifunzionale sia come strategia a sostegno dell’economia circolare e della transizione ecologica. In particolare, Fieragricola si concentrerà su due segmenti delle agro-energie che negli anni hanno saputo meglio adattarsi alle esigenze delle imprese agricole italiane: il biogas e il biometano, fronte avanzato nella valorizzazione dei reflui zootecnici e degli scarti agricoli, e sull’agro-voltaico, soluzione raccomandata da tempo anche dall’Accademia dei Georgofili per il recupero delle cascine e degli immobili rurali.

Le risorse del Pnrr. Oltre ai fondi della Pac (quasi 50 miliardi di euro assegnati all’Italia per il periodo 2021-2027), anche il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) mette a disposizione risorse per la transizione verde, la trasformazione digitale e l’agricoltura, con particolare attenzione all’economia circolare e all’agricoltura sostenibile; all’energia rinnovabile, idrogeno, rete e mobilità sostenibile in relazione allo sviluppo dell’agro-voltaico e del biometano; alla tutela del territorio della risorsa idrica; al turismo e della cultura 4.0; alle infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore.

La nuova vision dell’agricoltura a Fieragricola. La 115ª edizione di Fieragricola cercherà, in uno scenario particolarmente dinamico, di offrire soluzioni, chiavi di lettura e strumenti innovativi in grado di affrontare i cambiamenti in atto, grazie a convegni, workshop e dibattiti organizzati con gli stakeholder del settore, cercando di offrire una visione di ampio respiro, mettendo sempre al centro gli aspetti del confronto, della formazione e del business, per un comparto sempre più vitale come quello agricolo.

Il layout espositivo. 10 padiglioni con tutti i top player del settore presenti. Due le aree dinamiche esterne: una dedicata al Dynamic Show, l’altra dedicata a macchine agricole e attrezzature zootecniche. I padiglioni 4 e 5 saranno dedicati alle colture specializzate di Vigneto e Frutteto, simbolo del Made in Italy che esprime un elevato valore aggiunto, non senza qualche difficoltà fra dazi e ostacoli di natura logistica, che impongono inevitabilmente delle riflessioni organiche.

Gli eventi zootecnici. Uno spazio significativo a Fieragricola lo occuperà la zootecnia, consolidato pilastro della manifestazione con tre padiglioni (9, 10, 11). Fra gli eventi di respiro internazionale sono in calendario: 20° Dairy Show – Open Holstein Show per la razza Frisona, 53ª Mostra nazionale del Libro genealogico della razza Bruna e il concorso Bruna Originaria, AIA Associazione italiana allevatori ITALIALLEVA, mostra antologica delle specie e razze animali allevate in Italia. Fieragricola potenzia l’area dedicata all’avicoltura e suinicoltura.

Fieragricola dal 2 al 5 marzo

Orari 9/18 Biglietti on line su WWW.FIERAGRICOLA.IT

ARTICOLO PUBBLIREDAZIONALE