Home Attualità Sicurezza alimentare, nel 2021 oltre 4mila segnalazione al sistema RASFF

Sicurezza alimentare, nel 2021 oltre 4mila segnalazione al sistema RASFF

303
0
pixabay

Aumentano le notifiche inviate al RASFF, il sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi in ambito europeo. Nel corso dell’anno 2021 le notifiche pervenute sono state 4588, a fronte delle 3783 segnalazioni del 2020. Il sistema RASFF consente di notificare, in tempo reale, i rischi diretti e indiretti per la salute pubblica connessi ad alimenti, mangimi e materiali a contatto con gli alimenti e quindi di adottare tempestivamente le opportune misure di salvaguardia.

Che cos’è il sistema RSFF

L’Unione Europea garantisce livelli di sicurezza alimentare tra i più elevati al mondo, grazie ad una solida base legislativa a tutela dei consumatori. Un elemento chiave per assicurare un rapido scambio di informazioni tra i Paesi Membri, in caso di rischi per la salute umana o animale legati al consumo di alimenti e mangimi, è rappresentato dal sistema di allerta rapido.

Il sistema di allerta rapido per alimenti e mangimi (RASFF), ideato per la prima volta nel 1979 su proposta del Consiglio europeo, è istituito ufficialmente con il regolamento (CE) 178/2002. La norma europea stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare.

Il sistema RASFF, come definito dall’articolo 50 del regolamento 178/2002, è un sistema di allerta, sotto forma di rete, attivo 24 ore su 24, per la notifica di un rischio diretto o indiretto per la salute umana animale o per l’ambiente dovuto ad alimenti o mangimi. Negli anni il sistema di notifica è stato esteso anche ai rischi legati a materiali e oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti (MOCA) ed ai mangimi per animali da affezione (pet food).

RASFF: i numeri del 2021

La direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del ministero della Salute ha redatto anche quest’anno un rapporto riguardante le principali problematiche sanitarie emerse nel corso dell’anno 2021, mettendo in evidenza i principali rischi notificati dai Paesi membri.Nel corso dell’anno 2021 le notifiche pervenute attraverso il RASFF sono state 4588, a fronte delle 3783 segnalazioni del 2020.

Delle 4588 notifiche pervenute:

  • 4084 hanno riguardato l’alimentazione umana (3490 nel 2020)
  • 234 l’alimentazione animale (172 nel 2020)
  • 270 i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti – MOCA (121 nel 2019)

Tra le notifiche ricevute:

  • 1455 sono state notifiche di Allerta e hanno riguardato prodotti distribuiti sul mercato
  • 1456 si riferiscono a prodotti in importazione respinti ai confini le restanti notifiche riguardano informazioni (1004 informazioni per attenzione e 673 informazioni per follow up)

Foto: fonte Pixabay