Home Attualità Benessere dei suini: i consigli dell’Efsa per ridurre lo stress negli allevamenti

Benessere dei suini: i consigli dell’Efsa per ridurre lo stress negli allevamenti

199
0
suini

Limitazioni nel movimento, stress per essere in gruppi numerosi, ma anche per il caldo o per il freddo, e per fame e sete prolungate. Sono queste le principali tra le 16 cause individuate dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) che limitano il benessere dei suini negli allevamenti. EFSA ha pubblicato un parere scientifico sul benessere dei suini negli allevamenti, il primo di diversi pareri sul benessere animale che saranno diffusi nel corso del prossimo anno nel contesto della cosiddetta strategia UE “Farm to Fork”.

Nel documento si esprimono suggerimenti per migliorare il benessere dei suini presenti nei sistemi di allevamento dell’Unione europea e vengono messi in evidenza gli indicatori diretti di benessere (ABM) e i pericoli che possono comportare conseguenze negative sul benessere di questi animali.

Le misure per migliorare il benessere animale

Il documento indica le misure da mettere in atto per prevenire o correggere i pericoli e attenuare le conseguenze che possono avere un impatto negativo sul benessere dei suini negli allevamenti. Gli esperti EFSA esprimono una serie di raccomandazioni che includono suggerimenti sui criteri quantitativi o qualitativi occorrenti per rispondere a specifiche domande sul benessere dei suini negli allevamenti sollevate nell’ambito dell’iniziativa “End the Cage Age” (Basta animali in gabbia), promossa da cittadini europei. Tra gli argomenti trattati nelle raccomandazioni relative al morso della coda vi sono – ad esempio – lo spazio a disposizione, il materiale di arricchimento, lo svezzamento e la pratica delle mutilazioni. Gli esperti dell’EFSA suggeriscono inoltre gli indicatori diretti di benessere che potrebbero essere raccolti in fase di macellazione dei suini al fine di monitorare il livello del benessere degli animali macellati negli allevamenti di origine.

La valutazione scientifica si rifà a una guida metodologica applicabile alle valutazioni dei rischi per il benessere degli animali, sia negli allevamenti che durante il trasporto. Si tratta del primo di una serie di pareri scientifici sul benessere degli animali da allevamento richiesti dalla Commissione Europea e considerati elemento cruciale della cosiddetta strategia F2F (Farm to Fork). Fornisce una base scientifica a sostegno di una proposta legislativa della Commissione europea, in programma per la seconda metà del 2023, per la revisione della legislazione sul benessere degli animali.

Evento pubblico sul benessere animale

Il 26 settembre l’EFSA terrà un evento pubblico in cui verranno presentate le risultanze del parere scientifico sul benessere negli allevamenti di suini e i lavori di prossima pubblicazione sul trasporto degli animali, con una sessione di domande e risposte.

Foto: fonte Fotolia