Home Eventi Al via all’Università della Tuscia di Viterbo la nuovissima laurea professionalizzante per...

Al via all’Università della Tuscia di Viterbo la nuovissima laurea professionalizzante per la formazione di tecnici qualificati nella gestione sostenibile dei sistemi zootecnici

316
0

I sistemi zootecnici italiani sono interessati da processi di profonda trasformazione tendenti a migliorare il loro livello di competitività e ad affrontare le grandi sfide relative al benessere animale, alla qualità dei prodotti e alla sostenibilità ambientale. Tutto ciò sta incontrando un interesse crescente dei consumatori, che sono sempre più attenti agli aspetti della qualità intrinseca (valore nutritivo, salutistico, organolettico) ed estrinseca (rispetto del benessere animale, riduzione dell’impatto ambientale, aspetti sociali) dell’alimento. Tali processi di trasformazione sono favoriti dalla disponibilità di supporti tecnologici in grado di promuovere innovazione, precisione delle operazioni, riduzione d’impiego delle risorse e dell’impegno lavorativo.

Di fronte a un siffatto scenario, si riscontrano sempre più pressanti e diffuse esigenze di personale tecnico qualificato, in grado di supportare le aziende coinvolte nella catena di produzione e trasformazione degli alimenti di origine animale. Per rispondere a queste esigenze, presso il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo (DAFNE) sarà attiva a partire dal Settembre 2022 la nuovissima laurea triennale professionalizzante dal titolo “Tecnologie per la gestione sostenibile dei sistemi zootecnici – TecZoo”. In particolare, grazie ad un percorso formativo teorico-pratico altamente qualificante, i laureati disporranno di competenze per la gestione dei sistemi agro-zootecnici, dei metodi per l’assistenza tecnica nelle filiere produttive agro-zootecniche e per l’applicazione delle tecnologie innovative ai fini di migliorare la sostenibilità complessiva delle attività produttive.

Tra i principali sbocchi occupazionali del laureato TecZoo sono prevedibili quelli di:

  1. tecnico qualificato di allevamenti di medio-grandi dimensioni incaricato di coordinare il personale di stalla, gestire il parco di attrezzature e di impianti aziendali, gestire i piani aziendali per la sicurezza, la qualità e la tracciabilità (autocontrollo ai sensi del c.d. “Pacchetto Igiene”, tracciabilità di filiera ai sensi della norma ISO 22005/08, Dichiarazione Ambientale di Prodotto – EPD System International, ecc.);
  2. tecnico qualificato di associazioni di produzione, miglioramento genetico e gestione dei piani di assistenza tecnica agli allevamenti;
  3. tecnico qualificato di industrie mangimistiche, degli integratori, meccaniche e di altra natura per la fornitura e l’assistenza di prodotti e servizi destinati alla zootecnia;
  4. tecnico qualificato di caseifici e di altre industrie di trasformazione dei prodotti di origine animale per il coordinamento dei processi produttivi e dei piani di controllo della qualità, di sviluppo di processi e prodotti e di sviluppo aziendale;
  5. attività libero professionale in qualità di agrotecnico laureato e di perito agrario laureato senza necessità di sostenere l’Esame di Stato. L’Unione Europea ha difatti previsto che, a partire dal 2020, chiunque vorrà esercitare una professione tecnica dovrà prima ottenere un diploma di laurea.

Prerequisito per accedere alla laurea professionalizzante è il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di un equipollente titolo di studio conseguito all’estero. Il corso di laurea è ad accesso programmato e pertanto potrà iscrivere solo 20 studenti all’anno. Per tale motivo è prevista una prova di ammissione per la verifica della preparazione dei candidati. La prova d’ammissione è stata calendarizzata al 20 settembre 2022. Ulteriori prove potranno svolgersi nel mese di settembre e ottobre qualora via sia ancora disponibilità di posti.

Il percorso degli studi è organizzato in semestri. Nel corso del biennio, accanto alla formazione teorica di base, a quella agrobiologica e a quella caratterizzante delle produzioni animali, si affiancheranno molte ore di attività laboratoriali finalizzate all’apprendimento pratico dei concetti acquisiti in forma teorica. Inoltre, sulla base di appositi accordi già stipulati, durante il biennio è garantita la collaborazione di tutor professionisti iscritti al Collegio degli Agrotecnici e Agrotecnici Laureati ovvero quella di quadri e dirigenti di imprese operanti nel settore delle produzioni animali. Nel terzo anno del percorso formativo, ampio spazio sarà dedicato all’esperienza di tirocinio presso realtà operative nel settore agro-zootecnico quali aziende agricole, cooperative di produttori, aziende coinvolte nella fornitura di attrezzature e servizi agli allevamenti, associazioni settoriali, imprese di produzione/distribuzione di mangimi e integratori zootecnici, imprese di trasformazione, enti di assistenza tecnica e di ricerca con cui sono già state stipulate apposite convenzioni. Per conseguire la Laurea lo studente dovrà acquisire 180 crediti formativi universitari (CFU).

All’atto dell’iscrizione gli studenti potranno optare tra impegno a tempo pieno o parziale, nel caso ad esempio di studenti lavoratori. Al fine di facilitare e accompagnare gli studenti lungo tutto il percorso formativo, sono previste attività di tutorato che includono assistenza didattica e sostegno agli studenti finalizzato al contenimento degli abbandoni e al più rapido conseguimento della laurea.

Il conseguimento della laurea abilita all’esercizio delle professioni di agrotecnico laureato e di perito agrario laureato.

La laurea conseguita non sarà titolo idoneo per l’accesso a corsi di laurea magistrale.

Per maggiori informazioni contattare:

Prof. Pier Paolo Danieli – proteins(at)unitus.it tel. 0761/357349

Prof. Andrea Vitali – vitali(at)unitus.it; tel. 0761/357243

Dott. Riccardo Primi – primi(at)unitus.it; tel. 0761357463

Foto: Cally Lawson @Pixabay