Home Eventi Cremona, al via la nuova edizione della fiera zootecnica

Cremona, al via la nuova edizione della fiera zootecnica

223
0

#LAZOOTECNIANONSIFERMA è il claim della 77esima edizione di Fiere Zootecniche Internazionali, la rassegna che accompagna lo sviluppo della zootecnia italiana e internazionale. Uno slogan creato dalla fiera insieme agli allevatori nei momenti drammatici della pandemia, che mette in evidenza la resilienza del comparto zootecnico. Allo stesso tempo la fiera vuole anche sottolineare il ruolo centrale che questo comparto riveste per l’Italia e l’importanza di tutta la filiera.

L’edizione 2022, in programma dal 1 al 3 dicembre, conferma e amplia il format che ha portato al successo dell’edizione dello scorso anno: la mostra zootecnica, che quest’anno si configura veramente unica a livello europeo con più di 650 capi iscritti da 120 allevamenti provenienti da 8 paesi; la vetrina espositiva, con proposte innovative per il comparto; il programma convegnistico che affronta ogni aspetto dell’allevamento bovino, proponendo contemporaneamente anche un focus su quelli suino e ovicaprino.

Novità del 2022 è il focus sulla formazione con il progetto “On the way to Cremona”, riservato alle scuole agrarie in cui Cremonafiere vuole guardare avanti, puntando a dare importanza alla formazione dei tecnici di domani.

La mostra zootecnica e l’asta

La mostra “3° Cremona International Dairy Show” e l’asta “@CR European Sale at Cremona 2022” proseguono e ampliano l’innovazione già messa in atto nel 2021: nata da un dialogo costante e sviluppato lungo tutto l’anno con il mondo allevatoriale, la mostra presenta nell’edizione 2022 numeri importanti, con oltre 650 capi iscritti da 120 allevamenti da 8 Paesi. Si tratta di numeri che trovano le loro radici nella tradizione italiana e nella passione dei nostri allevatori; numeri resi ancora più significativi dal fatto che le storiche Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona, giunte alla 77esima edizione, sono l’unico evento internazionale in Italia del settore.

La vetrina espositiva

Come da tradizione la rassegna presenta una vasta esposizione delle migliori soluzioni per la zootecnia. La “vetrina” di Cremona offre ai visitatori l’opportunità di acquisire informazioni e di vedere le novità per il comparto, dalla genetica alle attrezzature zootecniche, dalle macchine agricole ai servizi per la zootecnia, coinvolgendo al tempo stesso tecnici ed esperti ai quali sottoporre problematiche specifiche e con i quali affrontare dibattiti tecnici. Nella manifestazione sono coinvolti istituti di ricerca, università, associazioni nazionali e internazionali: per questo nel corso della fiera non mancano le opportunità di sviluppare contatti, ma anche di confrontarsi con le soluzioni messe a punto dalle più importanti competenze nazionali e internazionali.

L’area espositiva si presenta in una formula testata lo scorso anno che pone l’allevatore al centro, ma che evidenzia il ruolo fondamentale di tutti gli elementi della filiera: genetica, alimentazione, attrezzature, macchine, servizi, per una produzione sempre più sostenibile e attenta alle esigenze di tutti, dall’allevatore alle aziende coinvolte nella filiera, fino ad arrivare al consumatore.

Il programma convegnistico e di formazione

Cremona costituisce da sempre per il comparto agro-zootecnico un momento di aggiornamento e informazione. Una dimensione che assume una valenza ancora più significativa per l’edizione 2022, che si svolge in un momento molto critico per l’economia italiana e internazionale: una fase che non consente possibilità di errore e che pone i produttori di fronte a scelte strategiche che richiedono competenze specifiche per essere risolte.

In questo quadro si inserisce dunque un programma convegnistico pensato per essere di supporto a queste scelte: un programma che attinge dalla ricerca scientifica e dalla sperimentazione, senza mai perdere però il contatto con il mondo produttivo. Molteplici i temi affrontati nel corso della fiera: dal benessere animale all’approvvigionamento delle materie prime; dalla sostenibilità ambientale ed economica alla visione strategica del settore; dall’utilizzo di risorse alla produzione di energie rinnovabili.

Quanto alla formazione, quest’anno la rassegna si è arricchita di un innovativo programma, il “Cremona Academy”, dedicato sia ai ragazzi delle scuole superiori che a professionisti già affermati. In particolare l’iniziativa “On the way to Cremona” dedicata alle scuole agrarie ha visto un primo momento nelle giornate del 6 e 7 ottobre scorso durante le quali quasi mille studenti di tutta Italia hanno preso parte a laboratori di formazione tenuti da docenti universitari su temi tecnici emergenti. Quanto ai professionisti, invece, il progetto prevede una giornata di formazione con l’Ordine degli Agronomi di Cremona.