Home Attualità Ricerca e innovazione: le chiavi per la sicurezza alimentare e allevamenti sostenibili

Ricerca e innovazione: le chiavi per la sicurezza alimentare e allevamenti sostenibili

369
0

Il Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, ha enfatizzato l’importanza della ricerca e dell’innovazione nell’agricoltura e nell’allevamento sostenibili durante l’inaugurazione della nuova sala di mungitura a giostra dell’azienda Maccarese S.p.A. L’evento, di cui si apprende da un comunicato stampa del Ministero, ha visto la partecipazione di eminenti figure del settore, tra cui Orazio Schillaci, Ministro della Salute, Maurizio Martina, Vicedirettore generale della FAO, Monsignor Rino Fisichella, Paolo De Castro, eurodeputato e membro della commissione Agricoltura del Parlamento europeo, Stefano Ciafani, Presidente di Legambiente, Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti, oltre a rappresentanti della Regione Lazio e del Comune di Fiumicino, nonché i dirigenti dell’azienda, Andrea Benetton e Claudio Destro.

Lollobrigida ha sottolineato che la qualità del prodotto e il benessere animale sono elementi chiave che aggiungono valore all’agricoltura e all’allevamento. Ha affermato che l’obiettivo della sicurezza alimentare dovrebbe essere quello di fornire “buon cibo a tutti”, piuttosto che “cibo a tutti”. Ha dichiarato che è fondamentale evitare un mondo in cui i ricchi possano permettersi di consumare alimenti di alta qualità, mentre i meno fortunati sono costretti a mangiare prodotti innaturali e di bassa qualità, spesso prodotti in laboratorio.

Il Ministro ha sottolineato l’importanza della sovranità alimentare, sottolineando che essa non implica la chiusura, ma piuttosto la promozione della libertà dei produttori e dei consumatori di fare scelte informate su cosa produrre, come farlo e cosa consumare. Ha inoltre evidenziato gli sforzi del governo per promuovere l’innovazione nel settore agricolo, con un focus particolare sulla zootecnia.

Lollobrigida ha ricordato che nel bilancio dell’anno precedente sono stati allocati 225 milioni di euro per promuovere l’innovazione nell’agricoltura italiana, rendendola più competitiva e sostenibile. Questi investimenti mirano a migliorare la produttività agricola, ridurre il consumo di suolo ed energia, e aumentare l’attenzione al benessere animale. Il Ministro ha inoltre menzionato la creazione di un fondo per la Sovranità Alimentare, finalizzato ad aiutare le filiere deboli, particolarmente in un momento storico come quello attuale.

Infine il Ministro ha sottolineato che l’Italia ha una storia ricca e una reputazione legata alla qualità, e che la sostenibilità ambientale è fondamentale per perseguire questo obiettivo. Ha concluso ribadendo l’importanza di un approccio equilibrato tra produzione di alta qualità e sostenibilità ambientale come chiave per il futuro dell’agricoltura italiana e per la sicurezza alimentare globale.