Home Attualità Settore agro-alimentare, FAO: ancora distanti gli obiettivi di sviluppo sostenibile

Settore agro-alimentare, FAO: ancora distanti gli obiettivi di sviluppo sostenibile

352
0

La visione di un mondo senza fame e malnutrizione e con un’agricoltura sostenibile è ancora a portata di mano, ma per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile legati all’alimentazione e all’agricoltura occorre darsi da fare. Lo ricorda la FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione, nelle conclusioni del rapporto pubblicato a metà settembre “Monitoraggio dei progressi sugli indicatori SDG 2023 legati all’alimentazione e all’agricoltura”.

La fame nel mondo è ben al di sopra dei livelli pre-pandemici, con l’insicurezza alimentare che è aumentata dal 25,3% nel 2019 al 29,6% nel 2022.

Secondo la FAO sono indispensabili azioni urgenti e coordinate, e soluzioni politiche, per affrontare le disuguaglianze radicate, trasformare i sistemi agroalimentari, investire in pratiche agricole sostenibili e rafforzare la resilienza agli shock. Il miglioramento delle capacità dei dati svolge un ruolo chiave nel garantire il progresso, anche perché nonostante i grandi sforzi volti a costruire dati e sistemi statistici più solidi per il monitoraggio degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, ci sono ancora significative lacune nei dati.

La prospettiva offerta dalla FAO, in tal senso, è preoccupante nel breve termine ma mostra ampi margini di lavoro per il medio e lungo termine: la percentuale di persone affette da fame cronica è aumentata al 9,2% nel 2022 rispetto al 7,9% nel 2015, con stime che oscillano tra 691 e 783 milioni di individui sotto alimentati nel 2022. Gli investimenti nell’agricoltura sono fermi, la conservazione delle risorse genetiche animali anche e la superficie forestale globale continua a ridursi.

I pochi segnali positivi emergono nella conservazione delle risorse genetiche vegetali, nell’efficienza nell’uso dell’acqua e nell’adozione di strumenti per contrastare la pesca illegale e non regolamentata.