Home Ricerca La diffusione della peste suina africana (PSA) e l’importanza delle vaccinazioni di...

La diffusione della peste suina africana (PSA) e l’importanza delle vaccinazioni di alta qualità

329
0
carne peste suina

La diffusione continua della peste suina africana (PSA) è motivo di preoccupazione a livello globale per l’industria suinicola: nessuna regione del mondo sembra esserne esente e la mancanza di un vaccino o di un trattamento efficace ha reso il controllo della malattia estremamente difficile. Tuttavia, recenti annunci di vaccini approvati o testati in alcuni Paesi hanno aumentato le speranze di disporre di nuovi strumenti efficaci per contenere l’epidemia di PSA. Molti paesi sono interessati a utilizzare questi vaccini candidati per aiutare a controllare le attuali epidemie sul loro territorio.

Secondo l’Organizzazione mondiale per la salute animale (WOAH) è quindi fondamentale dell’uso solo di vaccini PSA di alta qualità, con efficacia e sicurezza comprovate, sottoposti a valutazione e approvazione regolamentare in conformità agli standard internazionali della stessa WOAH. L’uso di vaccini di scarsa qualità o non conformi potrebbe non conferire alcuna protezione contro la PSA e potrebbe addirittura diffondere virus del vaccino che potrebbero causare malattie acute o croniche. Inoltre, questi virus del vaccino potrebbero ricombinarsi con ceppi di campo generando nuovi ceppi che potrebbero sfuggire alla rilevazione e causare infezioni acute, croniche e persistenti da PSA nelle fattorie.

Inoltre, indipendentemente dall’efficacia del vaccino, i programmi di vaccinazione dovrebbero essere implementati come parte di una strategia globale di prevenzione e controllo, che dovrebbe includere altre importanti misure di controllo come la biosecurity rigorosa, le misure di importazione e il controllo degli spostamenti. La vaccinazione, se utilizzata, dovrebbe essere condotta all’interno di un programma ben progettato che tenga conto, tra gli altri fattori, dell’epidemiologia locale della malattia, degli obiettivi previsti della vaccinazione e dell’adeguatezza e sostenibilità delle risorse tecniche, finanziarie ed umane pertinenti. Tali programmi dovrebbero sempre includere sorveglianza e monitoraggio post-vaccinazione e una strategia per la cessazione della vaccinazione.

Convinta del valore aggiunto che avrebbe il riconoscimento internazionale dei vaccini di alta qualità, la WOAH sta monitorando i progressi di diversi candidati vaccini contro la PSA in varie fasi di sviluppo. Alcuni paesi hanno approvato o stanno conducendo prove sul campo per l’uso di vaccini vivi modificati contro la PSA genotipo II.

Un nuovo progetto di standard per la produzione di vaccini sicuri ed efficaci contro la PSA è stato proposto nel rapporto di settembre 2023 della Commissione degli Standard Biologici della WOAH, che incoraggia i produttori di vaccini e i membri a prendere in considerazione questi standard provvisori nello sviluppo ed nella valutazione dei candidati vaccini contro la PSA per l’approvazione regolamentare e a fornire i loro commenti.