Home Ricerca Sicurezza alimentare: tecnica riduce del 90% salmonella nella carne

Sicurezza alimentare: tecnica riduce del 90% salmonella nella carne

235
0

Scoperta una tecnica capace di eliminare la salmonella dai prodotti a base di carne. L’impiego dei batteriofagi, predatori naturali dei batteri, potrebbe infatti ridurre la presenza di questo agente patogeno fino al 90%. È quanto emerge da uno studio presentato durante il 69° convegno dell’American meat science association, che si è svolto a San Angelo (Usa) dal 19 al 22 giugno, dai ricercatori dell’Università del Nevada di Reno (Usa), diretti da Amilton de Mello, che afferma: “Siamo stati in grado di ridurre la presenza di salmonella di ben il 90% nella carne macinata di pollo, maiale e bovino”.

Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno contaminato alcuni campioni di carne macinata con quattro diversi tipi di salmonella. Successivamente, vi hanno applicato un gruppo di batteriofagi appartenente alla famiglia myoviridae. Questi microrganismi danneggiano solo le cellule batteriche, mentre risultano innocui per esseri umani, animali e piante. Al termine dell’esperimento, è emerso che i batteriofagi erano stati in grado di eliminare il 90% dei batteri responsabili della salmonellosi.

“Siamo entusiasti di essere stati capaci di ottenere risultati così rilevanti – osserva de Mello -. La sicurezza alimentare è una parte fondamentale del nostro lavoro e la salmonella è uno dei batteri più diffusi nelle forniture nazionali di cibo. Grazie al nostro intervento, la presenza del batterio nella carne macinata è stata 10 volte inferiore. Si tratta di un traguardo incoraggiante, per cui speriamo che l’industria della carne adotti questo metodo per accrescere la sicurezza alimentare”.

Foto: © Joshhh – Fotolia

redazione