Home Ricerca Danimarca: il gas naturale diventa cibo per animali

Danimarca: il gas naturale diventa cibo per animali

211
0

Aumentano le ricerche per la produzione di ingredienti dedicati all’alimentazione degli animali da allevamento che siano sostenibili e non incidano quindi in modo eccessivo sull’ambiente e sulle risorse disponibili: un gruppo di studiosi danesi ha messo a punto un metodo grazie a cui sarà possibile, entro tre anni, produrre dai rifiuti organici mediante una tecnologia di fermentazione appositamente brevettata una farina proteica simile dal punto di vista nutrizionale alla farina di pesce e di soia, e in grado quindi di prendere il loro posto all’interno dei mangimi per gli animali da allevamento.

 

La tecnologia che permette al gas naturale sprigionato dalla fermentazione di convertirsi in granuli proteici si chiama U-Loop ed è stata brevettata dall’azienda biotech danese UniBio, e dal settembre 2015 verrà ospitata dalla Technical University of Denmark (DTU) per testarne il funzionamento su più larga scala. Per il prossimo autunno dovrebbero essere pronte le prime “ricette” per la produzione di diverse farine proteiche: attualmente Unibio sta lavorando in collaborazione con la DTU e con un’altra università danese, la Aarhus University, per ricavare una forma specifica di farina proteica in cui il profilo aminoacidico sia adatto per essere somministrato ai maiali.

 

“Ci aspettiamo molto da questo progetto – ha affermato l’amministratore delegato di Unibio, Henrik Busch-Larsen -. Si tratta di una fonte di proteine molto più sostenibile. E, inoltre, c’è da dire che utilizzando il gas naturale per la fermentazione e la produzione di proteine monocellulari, invece di bruciarle, le emissioni di CO2 risultano considerevolmente ridotte“. Infine, conclude Busch-Larsen, “è un’opportunità interessante anche dal punto di vista del mercato: c’è infatti grande richiesta di una nuova fonte di proteine a basso impatto ambientale“.

Foto: Pixabay

Miriam Cesta