Home Ricerca Agroalimentare, a garantire la sostenibilità è solo un approccio olistico

Agroalimentare, a garantire la sostenibilità è solo un approccio olistico

72
0
green deal

Per raggiungere l’obiettivo della sostenibilità nel settore agroalimentare è indispensabile un approccio olistico al problema. A sottolinearlo sono gli esperti di Rabobank, fornitore di servizi finanziari olandese, secondo cui “senza un approccio olistico al problema di dar da mangiare al mondo, la capacità dell’industria agricola globale di tenere il passo delle richieste sarà sotto pressione a spese dell’ambiente”.

 

“Una strategia che includa risolvere i disequilibri nelle risorse strutturali, ottimizzare l’efficienza della catena di approvvigionamento agroalimentare e ridurre gli sprechi nel settore agroalimentare globale ridurrebbe la pressione sul miglioramento delle rese agricole e aiuterebbe ad allineare gli interessi dei diversi soggetti coinvolti”, ha spiegato Dirk Jan Kennes, esperto di Rabobank. Se, da un lato, problemi annosi come l’abuso di fertilizzanti e l’utilizzo poco efficiente delle risorse idriche giocano ancora un ruolo fondamentale, dall’altro per migliorare la situazione ci si può affidare alle tecnologie più moderne. In termini pratici tutto ciò significa utilizzare fertilizzanti nei terreni in cui non viene praticata la rotazione delle colture e, allo stesso tempo, sfruttare le ultime innovazioni tecnologiche (come l’uso del GPS per le semine), usare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per diffondere le conoscenze e le raccomandazioni per gli operatori del settore e attuare collaborazioni tra agricoltori, consulenti agronomici e finanziatori per modificare i terreni e le infrastrutture.

 

“La capacità di raccogliere un’ampia gamma di dati sulle condizioni del clima, del suolo e delle colture trasforma l’agricoltura sempre più in una scienza – ha sottolineato Kennes – Convertire questi dati in pratiche agricole richiese una collaborazione intensa fra tutti gli elementi della catena di produzione agricola”.

 

Foto: Pixabay

Silvia Soligon