Home Ricerca Allevamenti suinicoli, le regole della soia nella mangimistica

Allevamenti suinicoli, le regole della soia nella mangimistica

577
0

Qual è l’alimento migliore per soddisfare le esigenze nutrizionali dei maiali? E quali sono le strategie da mettere in atto perché i mangimi serviti negli allevamenti suinicoli siano utilizzati al meglio dagli animali? E’ a queste e ad altre domande che intende rispondere Nutritional value of soy products fed to pigs, la brochure pensata e distribuita da Hans H. Stein, esperto del Dipartimento di Scienze Animali dell’Università dell’Illinois, per mettere a disposizione degli addetti del settore tutte le informazioni sui prodotti della soia utilizzabili nell’alimentazione dei maiali.

 

I dati raccolti nella brochure sono una preziosa fonte di informazioni utili per mettere a punto mangimi a base di farina di soia e di altri derivati di questo legume. Ecco i punti fondamentali messi in evidenza da Stein:

 

  • la farina di soia è la fonte più importante di aminoacidi digeribili nell’alimentazione dei maiali;
  • la soia decorticata contiene la stessa quantità di energia digeribile del mais;
  • la fermentazione o il trattamento enzimatico della farina di soia elimina gli oligosaccaridi in essa presenti, rendendola ideale anche per l’alimentazione dei suinetti in via di svezzamento in sostituzione alla farina di pesce;
  • l’aggiunta di fitasi microbica aumenta la digeribilità del fosforo nelle farine di soia e riduce o elimina la necessità di integrare l’alimentazione con del fosforo e di riducendo il suo passaggio dallo sterco agli ecosistemi acquatici.

 

“Un’alimentazione che contenga una fonte di cereali, farina di soia e fitasi microbica soddisferà il fabbisogno di aminoacidi, di energia e della maggior parte del fosforo che serve per crescere e nutrire i maiali – spiega Stein – I prodotti a base di soia sono una parte importante della dieta dei suini. Le proteine della soia hanno un bilancio di aminoacidi essenziali che rispondono più da vicino ai bisogni dei maiali rispetto a qualsiasi altra fonte di proteine a disposizione. La digeribilità di questi aminoacidi è anche maggiore rispetto a quella di qualunque altra fonte di proteine vegetali, cosa che aumenta ulteriormente il valore delle proteine della soia rispetto a quello di altre proteine vegetali”.

 Foto: Pixabay

Silvia Soligon