Home Ricerca Maiali, la crescita è più omogenea grazie a un enzima nei mangimi

Maiali, la crescita è più omogenea grazie a un enzima nei mangimi

652
0

Aggiungere al mangime l’enzima Nsp (Non-starch polysaccharides) riduce il tempo necessario ai maiali per raggiungere il peso ideale per la macellazione. L’effetto è mediato da una maggiore omogeneità nella crescita dei singoli animali in uno stesso lotto d’allevamento, che fa sì che il tempo impiegato per raggiungere il peso finale dai maiali che lo formano sia ridotto. Non solo, una maggiore omogeneità fra gli animali fa sì che animali di taglie diverse si mescolino di meno sia dopo lo svezzamento, sia quando sono portati all’ingrasso. In questo modo vengono ridotti lo stress e la diffusione dei patogeni.

 

Gli studi che hanno evidenziato i vantaggi associati all’uso di Nsp sono diversi e hanno dimostrato che in una dieta basata sull’orzo l’enzima migliora l’aumento di peso giornaliero del 3,9%, portando il peso finale dei suinetti da 23,7 a 27,2 kg. Effetti positivi sono stati registrati anche nel caso di suinetti alimentati con grano o con un mix di mais e soia e nei maiali all’ingrasso. In tutti i casi la crescita e l’omogeneità degli animali sono migliorate significativamente grazie all’aggiunta di Nsp.

Silvia Soligon