Home Ricerca Svelati i misteri dell’evoluzione delle abitudi alimentari dei mammiferi

Svelati i misteri dell’evoluzione delle abitudi alimentari dei mammiferi

68
0

Non tutti i mammiferi mangiano ciò che mangiavano migliaia di anni fa e se è possibile che alcune specie carnivore o erbivore abbiano mantenuto le loro abitudini alimentari nel corso dell’evoluzione, è più probabile che gli onnivori abbiano cambiato dieta nel corso dei millenni. E’ questa l’ipotesi formulata dai ricercatori del National Evolutionary Synthesis Center di Durham (Stati Uniti) al termine di uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas).

 

Gli scienziati hanno raccolto i dati riguardanti l’alimentazione di più di 1.500 specie, corrispondenti a più di un terzo dei mammiferi viventi. Organizzandoli all’interno di alberi genealogici sono riusciti a risalire alla probabile dieta degli antenati di ciascuna specie, scoprendo che alcune, nella maggior parte dei casi onnivore, hanno variato le proprie abitudini alimentari nel corso dell’evoluzione.

 

Tuttavia, i casi di passaggio diretto dall’essere carnivori a erbivori sono risultati praticamente inesistenti. In effetti, i due tipi di alimentazione richiedono capacità digestive molto diverse. Non solo, anche i denti necessari per masticare al meglio i diversi tipi di cibi sono molto differenti.

 

Questo fenomeno, spiegano i ricercatori, ha anche determinato la velocità di comparsa di nuove specie. L’evoluzione degli erbivori si è, infatti, dimostrata più rapida rispetto a quella dei carnivori, mentre gli onnivori di sono evoluti ancora più lentamente. “Se ci fosse stata una gara all’evoluzione di 100 specie – spiega Samantha Price, coautrice dello studio – gli onnivori ci avrebbero messo il triplo del tempo rispetto agli erbivori e i carnivori sarebbero rimasti nel mezzo”.

 

Foto: Pixabay

Silvia Soligon