Home Ricerca Riso e alimentazione, lebasi del valore nutrizionalesono nascoste nei geni

Riso e alimentazione, lebasi del valore nutrizionalesono nascoste nei geni

36
0

A volte la genetica è più forte dell’ambiente. Sembra essere questo il caso del riso, una delle più importanti piante coltivate a scopo industriale, di cui oggi sono stati svelati i geni responsabili della produzione di 131 importanti nutrienti. La notizia arriva dal RIKEN Plant Science Center di Yokohama (Giappone), dove un gruppo di ricercatori ha identificato 802 frammenti di Dna associati all’accumulo di queste sostanze. La scoperta, pubblicata sul Plant Journal, promette di spianare la strada verso la produzione di varietà di riso migliori dal punto di vista nutrizionale anche grazie all’ingegneria genetica.

 

Il valore nutrizionale delle coltivazioni è, infatti, determinato dalla quantità e dal tipo di sostanze accumulate dalla pianta. Questi fattori dipendono sia dall’ambiente, sia dalle caratteristiche genetiche dell’organismo vegetale, ma l’identificazione dei geni responsabili dell’accumulo dei nutrienti è resa difficoltosa dai complessi meccanismi che regolano il metabolismo del riso.

 

I ricercatori giapponesi hanno analizzato 85 diverse linee di riso ottenute attraverso incroci programmati, identificando 759 sostanze prodotte dalla pianta. Fra queste sono stati selezionati aminoacidi, lipidi, flavonoidi e altre importanti molecole, per un totale di 131 nutrienti la cui produzione è regolata da 802 frammenti di Dna sparsi nel genoma di riso.

 

Questa analisi ha permesso di scoprire che nel caso di alcuni nutrienti i geni giocano un ruolo più importante rispetto all’ambiente. E’ questo, ad esempio, il caso di un frammento del cromosoma 3, che permette di coordinare la produzione degli aminoacidi. La scoperta promette di aiutare a sviluppare tecniche più rapide e più efficienti mirate alla produzione di cibi più salutari.

 

Foto: Pixabay

Silvia Soligon