Home Ricerca Piante resistenti alleinondazioni, è questionedi ossigeno e proteine

Piante resistenti alleinondazioni, è questionedi ossigeno e proteine

129
0

Scoperti i meccanismi molecolari che potrebbero essere sfruttati dagli scienziati per ottenere piante più resistenti alle inondazioni. Secondo quanto riportato dalle pagine di Nature, i ricercatori dell’Università di Nottingham (Regno Unito), in collaborazione con gli esperti dell’Università della California di Riverside (Stati Uniti), hanno svelato in che modo le piante reagiscono alla carenza di ossigeno causata dall’eccessiva presenza di acqua intorno alle radici o ai germogli.

 

Michael Holdsworth, uno dei coordinatori della ricerca, ha spiegato che quando i livelli di ossigeno diminuiscono alcuni fattori di trascrizione – proteine che regolano l’espressione dei geni –, che in condizioni normali vengono eliminate, diventano stabili. La loro stabilizzazione, spiega il ricercatore, “causa cambiamenti nell’espressione dei geni e nel metabolismo che aumentano la sopravvivenza nelle condizioni di carenza di ossigeno causate dalle inondazioni. Quando le piante tornano a livelli normali di ossigeno le proteine vengono nuovamente degradate, offrendo un meccanismo di controllo”.

 

I ricercatori sperano, entro i prossimi dieci anni, di poter controllare questo meccanismo in un’ampia serie di piante coltivabili che potrebbero essere vittime di inondazioni in diverse aree del pianeta.

 

Foto: Pixabay

Silvia Soligon