Home Economia Mangimi, gli scarti alimentari non sono più rifiuti

Mangimi, gli scarti alimentari non sono più rifiuti

203
0

Una nuova comunicazione della Commissione Europea in tema di economia circolare apre le porte all’uso degli scarti alimentari nell’alimentazione animale. Quelli destinati all’uso mangimistico non devono infatti più essere classificati come rifiuti. Non solo, la Commissione ha anche proposto di escludere escludere tutto il materiale utilizzato in mangimistica dalla direttiva 2008/98/EC del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai rifiuti.

Secondo l’AIC (l’Agricoltural Industries Confederation) la nuova definizione potrebbe aprire la strada all’espansione del settore delle derrate alimentari e alla riduzione degli scarti alimentari in tutta Europa. Una possibilità, questa, che si porrebbe a sostegno delle strategie pensate per ridurre i rifiuti di origine alimentare e la quantità di cibo che finisce nelle discariche.

Attualmente sono circa 3,5 i milioni di tonnellate di derrate alimentari utilizzate nell’alimentazione animale. Secondo Inge Verwoerd, manager del settore mangimistico dell’AIC, la decisione della Commissione Europea “è un’importante pietra miliare per l’industria alimentare. E’ ora chiaro che inviare quelle che erano derrate alimentari verso il processamento per l’uso in mangimistica può aiutare i produttori di cibo a raggiungere i loro obiettivi di riduzione dei rifiuti e a ridurre la quantità di cibo che finisce nelle discariche”. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, Verwoerd ricorda che l’obiettivo dell’Unione Europea è di ridurre lo smaltimento in discarica a un massimo del 10% di tutti i rifiuti entro il 2030.

 

Foto: © il-fede – Fotolia.com

 

Silvia Soligon